Il sentimento non conosce solo il pianto
di una pioggia d’autunno
fermo sui rami spogliati 
dalla forza nuova dei venti,
il sentimento conosce anche i colori
che inebriano la valle e le montagne
con rossi profondi e gialli caldi,
lasciando profumati aromi 
di funghi e di castagne.
Il sentimento langue nel lasciarsi abbandonare,
l’autunno è il trascendentale
di un trapasso,
la strada che porta alla finale
di un lungo percorso d’attraversare
e attraversato.
Il sentimento non si lascia abbindolare,
e non si frena al brivido del cuore,
la lacrima talvolta può far bene
pulisce l’animo dalle infinite scorie.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web