LUNA GRANDE D’ESTATE, di Silvia De Angelis

luna riflesso mare

Nella periferia astrale

ove scandiscono

amplessi di luce

e spicchi di stelle

la vocazione d’un magico giro ellittico

ha ampliato l’orbita

ancheggiando

un anarchico perigeo di luna.

Nelle algebriche dimensioni

aumentate di spessore

l’anemico astro

ha evocato

una duttile scenografia

allusiva a fantomatiche correnti marine

alchimiste

d’eversioni d’acqua

e rincorse di flutti

carezzate da sbigottite chiome di vento

alla ricerca d’un vicolo

ove cadenzare un atipico salto d’identità.

@Silvia De Angelis

Addio, tifoso Leo di Cristina Saracano

Alessandria: Lo striscione “Non mollare” decora la nord, ma lui, non ce l’ha fatta.

Si è spento poche ore fa in ospedale Franco Leone, tifoso grigio allo stadio e nel cuore, aveva ancora esultato per la Ella prestazione della sua squadra contro il Giana Erminio.

Poi, gli ultimi giorni di lenta agonia in ospedale.

Riposa in pace, grande Leo!

Foto: Il Piccolo.net

l ‘ essere nulla…

 

72571542_745504269253455_8413490330388660224_nTi senti perso dentro quella buia stanza

vedi solo un muro, tristezza,

sensazione di vuoto dentro il cuore

di un arido gelido, come un campo incolto

e un buio tetro dentro il tuo animo

e gli occhi spenti come una sigaretta

nel portacenere appena posata…

Ma un giorno nel tuo cuore

il sole tornerà a splendere di nuovo

la vita in te tornerà a galla

e l’essere nulla, quella gelida sensazione

mai più tornerà

un sorriso largo come il cielo stellato

spunterà dal tuo viso

e vedrai nel tuo specchio riflesso

il tuo essere rinato.

Primo weekend del Paulaner Oktoberfest Alessandria tra Family Day, musica live e Santa Messa, di Lia Tommi

Il primo weekend del Paulaner Oktoberfest Alessandria tra Family Day, musica live e Santa Messa. Luna Park con attrazioni a metà prezzo, musica con i Groovejet e la tradizionale Messa all’aperto

Il primo weekend dell’edizione numero uno del Paulaner Oktoberfest Alessandria prosegue con tanti appuntamenti per grandi e piccoli, all’insegna del divertimento e della tradizione. Oggi e domani, in occasione dei Family Day, tutte le attrazioni del Luna Park, aperto nel week end a partire dalle ore 11, saranno a metà prezzo fino alle ore 13. Questa sera, dopo l’orchestra bavarese Alpen Vagabunden, che come da programma intratterrà la prima parte di tutte le serate fino a lunedì 21 ottobre, l’appuntamento con la musica live è alle ore 22,30 con i Groovejet e la loro scaletta di hit provenienti dal mondo Dance, Pop e Latin, evergreen ed intramontabili classici della musica italiana ed internazionale. Domenica mattina alle ore 11, la prima Santa Messa cittadina nel parco dell’evento, come da tradizione di Monaco di Baviera, davanti al grande padiglione centrale (o al suo interno in caso di maltempo), che aprirà alle ore 12 sia sabato che domenica. Tutti gli aggiornamenti sul sito web ufficiale http://www.oktoberfestalessandria.it e sulle pagine social dell’evento.

1571494969427-2140084752-1500670984.jpg

Avanzamento lavori per il teleriscaldamento, di Lia Tommi

Alessandria: Teleriscaldamento: da lunedì 21 ottobre chiusa parzialmente la rotatoria tra Corso Romita e via San Giovanni Bosco (area Centro Commerciale Panorama)

TELENERGIA sta proseguendo i lavori di posa delle tubazioni del teleriscaldamento tra i quartieri Europa e Pista. Nei prossimi giorni verranno adottati i seguenti provvedimenti viabili:

• Entro venerdì 18 ottobre verranno riaperte via San Giovanni Bosco, all’altezza di via Palermo, e la stessa via Palermo tra via San Giovanni Bosco e via Parnisetti.
Contestualmente, verrà chiusa via Palermo, nel tratto tra via Rivolta e via Manzoni. La chiusura resterà in vigore per tutta la prossima settimana.

• Dal lunedì 21 ottobre sarà parzialmente chiusa la rotatoria tra Corso Romita e via San Giovanni Bosco. Il traffico in entrata – per gli automobilisti in arrivo dalla tangenziale – sarà deviato su via Fausto Coppi (si veda mappa allegata). Per gli automobilisti che viaggiano, invece, in uscita dalla città, in direzione della tangenziale, la rotonda sarà regolarmente percorribile.

• Entro sabato 26 ottobre verranno ultimati i lavori in via Tonso, la via tornerà percorribile dalla settimana successiva.

telenergia-196197415.png
È stato riaperto, infine, il restringimento di carreggiata adottato lo scorso 4 ottobre, nel tratto compreso tra via De Negri e via Buozzi.

Nadia Presotto alla Mostra Internazionale Arti Visive “Omaggio a Gino Severini”, di Lia Tommi

 

 

2019_32_scomposizione da natura morta con strumenti musicali 36x261708174263..jpgNadia Presotto alla IX edizione Mostra Internazionale Arti Visive “Omaggio a Gino Severini”

Conzano – L’ artista conzanese Nadia Presotto è stata selezionata per partecipare alla IX edizione della Mostra Internazionale di Arti Visive “Omaggio a Gino Severini” allestita presso la Fortezza del Girifalco di Cortona, splendida cittadina toscana. La mostra è organizzata dal Circolo Culturale “Gino Severini” di Cortona e, oltre alle opere degli artisti selezionati (52), sono esposte opere di Gino Severini e degli artisti della Permanente di Milano, Paul Caponigro e Charl Ortega. Numerosissimo il pubblico presente all’ evento inaugurale avvenuto lo scorso 12 ottobre: la figlia del grande artista futurista, Romana Severini, il Sindaco di Cortona Luciano Meoni, Presidente del Circolo Lilly Magi, Giovanni Faccenda, critico d’ arte della Mondadori e Carlo Motta responsabile editoriale della Mondadori, il Consigliere Regionale Casucci e tanti altri. Continua a leggere “Nadia Presotto alla Mostra Internazionale Arti Visive “Omaggio a Gino Severini”, di Lia Tommi”

VITE RUBATE, di Miriam Maria Santucci

 

VITE RUBATE
di Miriam Maria Santucci


Ti conobbi che eri una bambina,
la più bella e gioiosa del paese.
Ti osservavo correre sui prati
con palloncini e collanine appese.
Il tempo passò in fretta e tu crescesti,
andasti via ma io non seppi dove.
Poi un giorno anch’io partii e mi scordai
di quella bimba in mezzo al prato in fiore.
Ora vedo la tua foto sul giornale…
Vent’anni avevi, venti solamente…
Han scritto che fu l’uomo che tu amavi
a rubarti la vita atrocemente…
Tu, che correvi lieta in mezzo al prato
e che ora giaci sotto quella croce,
possa tu perdonar chi t’ha ammazzato,
correre in cielo e riposare in pace!



Poesia tratta dalla raccolta “La Luce dei Pensieri”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

Carabinieri di Alessandria, attività sul territorio

Blitz nella serra – Arrestato un 64enne che coltivava marijuana. Oltre 25 chilogrammi quella già essiccata e pronta per essere smerciata, posta sotto sequestro unitamente a 50 piante di cannabis ancora innestate nel terreno.
Non è passata inosservata ai Carabinieri della Stazione di Oviglio, impegnati quotidianamente a pattugliare e sorvegliare il territorio, la coltivazione di cannabis allestita da M.V., 64enne alessandrino. Notata la presenza delle inconfondibili piante dalle quali si ricava la nota sostanza stupefacente, i militari hanno svolto mirati approfondimenti e servizi di osservazione. Dopo aver identificato chi poteva essere il proprietario della serra, unitamente ai colleghi della Sezione Operativa della Compagnia di Alessandria hanno deciso di dare il via all’operazione conclusasi ieri che ha consentito di rinvenire e sequestrare ben 50 piante di cannabis, dell’altezza di circa due metri, ancora innestate nel terreno ed oltre 25 chilogrammi di marijuana. Da qui, l’arresto del “coltivatore”.
La serra era adibita a piantagione di cannabis e le piante, una volta giunte a maturazione, venivano raccolte e le foglie fatte essiccare all’interno di container allestiti a tale scopo (vds foto), in modo da evitare di dare all’occhio di eventuali curiosi. Oltre alle numerose piante, tra libri di orticultura e strumentazione varia per garantire l’essiccazione della cannabis, i Carabinieri hanno rinvenuto centinaia di rami carichi di infiorescenze già posti ad essiccare, per un totale di 20 chilogrammi di marijuana. Nel corso della successiva perquisizione estesa all’abitazione del 64enne sita in Alessandria, i Carabinieri hanno sequestrato ulteriori 5 chilogrammi della stessa sostanza stupefacente, in parte già imbustata e termosaldata, in parte raccolta in buste della spesa e stipata in contenitori di vetro.
L’uomo, aveva deciso di mettere a frutto le sue competenze professionali di agronomo per adibire parte del terreno di sua proprietà, situato nelle campagne di Oviglio, a mo’ di orto. Solo che, tra piante di pomodoro e alberi da frutto, aveva allestito tre serre in una delle quali, per “diversificare” la produzione, aveva pensato di coltivare anche piante di canapa indiana. Il tutto ponendo certosina cura nella successiva “trasformazione”, mediante essiccazione, delle foglie in stupefacente. Infatti, i rami carichi di infiorescenze venivano successivamente raccolti e adagiati con su fili e stendini disposti all’interno di alcuni container in metallo, per garantire un’adeguata ed omogenea essiccazione. Dapprima condotto presso la Caserma di Piazza Vittorio Veneto per le formalità di rito, per l’uomo si sono successivamente dischiusi i cancelli della Casa Circondariale “Cantiello e Gaeta” di Alessandria, dove è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria con l’accusa è di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Attività dei Carabinieri sul territorio

Carab 112 copia 3.jpg

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

I Carabinieri di Gavi e della Compagnia di Novi Ligure e il Comune ricordano il sacrificio dell’Appuntato Vaccarella Umberto.
Il 19 ottobre del 1970, l’Appuntato Vaccarella, insieme a un commilitone, intervenne presso la cascina Carmelitana, dove era stato segnalato un furto in atto. L’Appuntato incrociò i malviventi ma venne attinto mortalmente da colpi di arma da fuoco. Un sacrificio che, un anno dopo il delitto, l’allora Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat riconobbe con il conferimento della Medaglia d’Oro al Valor Civile.
Nato a Ponte, in Provincia di Benevento, nel 1930 e destinato alla stazione dei Carabinieri di Gavi, è ricordato ancora dalla comunità gaviese, che rimase molto scossa da quel tragico episodio, tanto che sul luogo dell’omicidio da allora esiste una lapide che ricorda l’Appuntato, al quale nel 1996 fu intitolata la caserma dei Carabinieri di Arquata Scrivia.
Nella mattinata odierna, alla presenza del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Alessandria, Colonnello Michele LORUSSO, è stata celebrata una messa nella chiesa parrocchiale di San Giacomo Maggiore, in Gavi, alla quale è seguita una cerimonia commemorativa presso il cippo. Alla celebrazione erano presenti due dei quattro figli dell’Appuntato, Federico e Loredana, che hanno ringraziato il Sindaco e i Carabinieri, per il pensiero rivolto al padre. Continua a leggere “Attività dei Carabinieri sul territorio”

QUANDO L’AMORE MUORE

Fredda e gelida natura
di una pietra di marmo
inonda il corpo e il pensiero
quando l’amore muore,
così, improvviso,
come il sole acceso
si spegne al tramonto,
rimangono soltanto,
soffici abbracci
di velluto nero e
rose sbocciate intorno,
che presto doneranno
caduchi petali seccati,
olezzo di profumo aerato.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: Arantzazu Martinez – The Death Of Love

OLTRE LA POESIA di Cristina Saracano,recensione di Lia Tommi

1571476673228-966823961412046512.jpg

“Oltre la poesia” è  una raccolta di poesie dell’alessandrina Cristina Saracano che, pur occupandosi di contabilità  nella vita, si diletta a scrivere poesie fin dalle scuole elementari,  grazie ai preziosi stimoli della sua insegnante.

Dalla poesia infantile,  di valore,  dalle tematiche  inerenti la scoperta del mondo e della vita, i sogni e le descrizioni,  nella maturità  Cristina passa a una poesia immersa  nella realtà  quotidiana, nella vita che trascorre  tra mille problemi,  e li descrive con immagini talvolta romantiche,  talvolta crude, ma il messaggio rimane sempre quello di  andare avanti con  coraggio,  inseguendo i sogni,  anche se apparentemente  sei fragile,  come recita la sua poesia ” Resisto “.

Troviamo personaggi con problematiche  di grande attualità: disoccupati,  precari,  clochard,  alcolizzati,  che Cristina guarda sempre con comprensione,  capacità  di immedesimazione,  in poesie avvolte  nella speranza di un futuro migliore  e ricco di amore.

Ci sono poi le poesie degli affetti , come quella dedicata al padre,  e tante dedicate all’ amicizia, vista come dono prezioso,  da vivere  condividendo le tristezze,  ma anche con leggerezza,  spensieratezza: emblematico  il verso: ” Io accompagno te, tu accompagni me”, che rappresenta il desiderio di non salutarsi,  di prolungare l’ incontro prima del rientro  a casa, ma anche l’essere insieme nel percorso della vita.

Nella poesia descrittiva Cristina  dipinge dei flash,  dimostrando attenzione  alle “piccole cose” e ai dati sensoriali: colori,  suoni, profumi,   sensazioni tattili.

E ancora   non dimentica le sue origini  e sovente scrive poesie  in dialetto,  perlopiù  ironiche, ma anche scaturite dalla sua sensibilità  emotiva.

Questa raccolta è  un mondo femminile   estremamente che  moderno che si svela,  un invito a vivere in modo intenso e creativo, nonostante tutto, come fanno “gli artisti”, a cui Cristina non ha mancato  di  dedicare una   poesia.

“Oltre la poesia ” è  disponibile  in versione ebook  su Amazon.

157147456947216536792151888471127.jpg

Terzo incontro tavolo migrazione

Casale Monferrato: Nella seconda conferenza organizzata dal Tavolo Migrazione nell’ambito del progetto “Cantiere Migrazione: un altro punto di vista”, sono stati analizzati insieme al prof. Ambrosini i dati che restituiscono la fotografia del panorama migratorio in Italia e in Europa e si è evidenziato come la percezione del fenomeno migratorio, ben rappresentata dalla frase ricorrente “ci invadono”, sia lontana dalla realtà dei fatti.
Spesso questo cortocircuito avviene anche a causa dell’informazione fatta dalla stampa, come sottolineato dalla giornalista Chiara Cane nel suo intervento.

La prossima conferenza si terrà martedì 22 ottobre alle ore 17.30, presso la sala del Parco del Po in viale Lungo Po Gramsci n.10.
e avrà come relatrici la dott.ssa Francesca Morra della Clinica Frantz Fanon di Torino e la giornalista de Il Monferrato Chiara Cane. La dott.ssa Morra tratterà l’argomento migratorio sotto un profilo etno-psicologico.

Precederà il suo intervento la giornalista Chiara Cane che illustrerà il rapporto tra rispetto della privacy dei migranti e informazione.

La conferenza è organizzata dal Tavolo Migrazione in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti del Piemonte e con il patrocinio del comune di Casale Monferrato.

Il corso è valido per l’aggiornamento di docenti, volontari, mediatori culturali e giornalisti.

Quel mese di maggio

Sons Of New Sins

E poi arriva la pioggia
Dolci lacrime di gioia
A riportarmi alla realtà

E come un bimbo
Saltello, sorrido alla vita
Qualsiasi afflizione
Ha l’aspetto di un gioco

E già mi manca
Quella nostra innocenza
Vissuta e nascosta
Da quando ti incontrai
In quel maggio bagnato

Purezza offuscata
Da strati di superfluo
Naturalezza dimenticata
Nel turbine degli eventi

Ma poi arriva la pioggia
A lavare via la noia
Per riportarci alla realtà

View original post

L’attesa…

Sons Of New Sins

Aspettare. Aspettare. Aspettare.

In una società così frenetica
L’attesa…
È vista come vuota inattività.

Aspettare. Aspettare. Aspettare.

Sempre di corsa.
In una battaglia contro il tempo.
In guerra perenne contro la noia.

Aspettare. Aspettare. Aspettare.

Stiamo perdendo il contatto
Con la Bellezza della Vita.
Pensiamo ad un traguardo effimero.
Trascurando la bellezza del Percorso.

Aspettare. Respirare. Vivere.

Oggi il mio cuore ti chiede
In ginocchio, sussurrando
Di assaggiare il Vuoto
Di assaporare le Pause

Per depurare la tua mente
Per riconnetterti con i sensi
Per sentire il suono melodioso
Della tua Anima sincera.

View original post

Centenario di Confagricoltura Alessandria – il servizio di Telecity

Centenario di Confagricoltura Alessandria – il servizio di Telecity

Alessandria: Il video sull’evento per il Centenario di Confagricoltura Alessandria, che avrà luogo martedì 29 ottobre alle ore 15 al Centro Congressi Alessandria di Piazza De Andrè, 76 ad Alessandria. Nel servizio è intervenuto il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli di Brondello.

video: https://www.youtube.com/watch?v=qRP-J6P5jUg

Alessandria, Confagricoltura, Luca Brondelli di Brondello, Video,

Stage: calligrafia e pittura medievale

a cura di Marina Vicario

Gocce di tempera e inchiostro
Sabato 26 ottobre 2019 h 14:30-17:30
Stage di avvicinamento alla pittura e alla calligrafia medievale

Nel pomeriggio di sabato 26 ottobre 2019 il Museo Diocesano vi invita a scoprire e toccare con mano come si dipingeva e scriveva nel Medioevo, utilizzando perciò pigmenti colorati in polvere, uova, inchiostri e penne d’oca.

Lo stage prevede infatti la conduzione a due voci della Maestra d’Arte Francesca Cristini e del Maestro Calligrafo Yuri Zanelli, docenti dei Corsi di Arte Antica del Museo Diocesano, che vi accompagneranno nella realizzazione di un piccolo elaborato-ricordo con le antiche tecniche della miniatura e della calligrafia medievale. Non mancherà un momento di scoperta delle preziose opere del Museo cui i maestri si sono ispirati per il loro lavoro.

Lo stage ha un costo di € 30 e sarà attivato al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Termine iscrizioni: giovedì 24 ottobre h 18.

Info e iscrizioni: tel. +39 010 2475127 (chiamare da lunedì a domenica dalle 14:00 alle 18:00, chiuso il martedì) – prenotazioni@museodiocesanogenova.it

Evento organizzato da Festigium s.r.l. con la collaborazione di Associazione culturale Ianua temporis.

EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/1767715896705333/

A MILANO Emanuela Carniti presenta “Alda Merini, mia madre”

a cura di Marina Vicario

LINK EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/875569182839604/?active_tab=about

Prima presentazione ufficiale del libro di Emanuela Carniti “Alda Merini, mia madre”.

Venerdì 25 ottobre alle ore 18:00 a Milano alla libreria Libraccio dove Emanuela Carniti presenterà il suo libro assieme a Daniele Piccini.

Un ritratto letterario di Alda Merini scritto dalla primogenita Emanuela, che la coglie nell’aspetto più sincero e veritiero della sua quotidinità di madre e di poetessa.

Alda Merini, ricordata anche come la Poetessa dei Navigli, ha vissuto esperienze dolorose spesso causate dall’assurdo e fagocitante meccanismo della società. Particolarmente incisiva fu la sua permanenza in manicomio che la stravolgerà per sempre.
Talento letterario sin dalla giovane età diventerà moglie, mamma e dopo diversi ostacoli conoscerà la celebrità in tarda età.
Amata da artisti e letterati di spicco è diventata una delle icone culturali della città di Milano.


📚 http://bit.ly/AldaMeriniMiaMadre

Apertura serale Gratuita Museo del Cenacolo Vinciano

a cura di Marina Vicario

Per Cenacolo si intende l’edificio dove si trova l’opera di Leonardo da Vinci, conosciuta come l‘Ultima Cena, una delle opere più conosciute, discusse e controverse di tutti i tempi, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Il Museo del Cenacolo Vinciano il refettorio del Chiostro della vicina Chiesa di Santa Maria delle Grazie, in Piazza delle Grazie – Corso Magenta, numero 2 a Milano, custodisce dal 1498 una parete coperta dal dipinto di Leonardo dalle dimensioni di metri 4,60 di altezza per × 8,80 metri di larghezza.

In occasione dell’uscita del film Io, Leonardo, nelle sale già dal 2 ottobre, il Polo Museale della Lombardia e Sky Arte hanno annunciato che il Cenacolo Vinciano aprirà le porte gratuitamente per quattro aperture straordinarie nelle quali il pubblico potrà osservare il capolavoro di Leonardo da Vinci.

Le aperture straordinarie gratuite al Museo del Cenacolo sono previste
giovedì 31 ottobre
giovedì 28 novembre
giovedì 19 dicembre
giovedì 30 gennaio 2020
—— dalle 19:30 alle 22:00 ——
Qui tutte le informazioni sulle visite gratuite: https://www.milanoevents.it/2019/09/26/cenacolo-vinciano-aperture-gratuite-straordinarie/.

Gli ingressi al museo della prima domenica del mese sono gratuiti, la prenotazione è comunque obbligatoria fino ad esaurimento posti.

 

Genova Cultura Tour – Le famiglie nobiliari Genovesi

a cura di Marina Vicario

DOMENICA 20 OTTOBRE – ore 15.00

Dall’età delle Crociate e del Comune prendono avvio le prime forme cognominali e tra quell’epoca e il Cinquecento incontriamo la decisiva ridefinizione dell’istituzione familiare come specchio dell’immagine del potere genovese.
Un percorso, attraverso i secoli di storia di Genova e della Liguria, per scoprire le vicende di alcune delle famiglie nobili genovesi che hanno esercitato maggior influenza sulla politica della Repubblica di Genova.
Tra queste i Doria una delle più importanti della storia d’Italia, gli Spinola una delle più antiche e importanti famiglie genovesi con gli Imperiale e i Grimaldi. Storie e leggende di importanti personaggi che hanno reso grande e bella Genova.    

CONTRIBUTO PER LA PARTECIPAZIONE SOCI € 10 – NON SOCI € 12
E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
genovacultura@genovacultura.org
0103014333- 3921152682