Disegno dal vero – Irene Tamagnone illustra gli incontri liberi del mercoledì

a cura di Marina Vicario

A partire dal 23 ottobre 2019 dalle 20:00 alle 21:30 presso lo Spazio Librida a Genova in via del Prione 40R (vicino a Porta Soprana) si terranno incontri di disegno con un modello/a dal vivo.
Info e prenotazioni: Irene 3405031830

Ho chiesto a Irene Tamagnone, organizzatrice degli incontri di illustrarci i particolari di questi appuntamenti settimanali che si potraranno fino all’estate.

Da cosa è sorta l’iniziativa di proporre un incontro per disegnare modelli dal vivo?
Io per prima ho fatto questa esperienza per diversi anni e quando mi si è presentata l’occasione ho sentito subito il desiderio di proporla a mia volta, ovviamente personalizzandola!
L’idea è stata quella di creare un luogo intimo, coinvolgente, in cui dimenticare per un’ora e mezza i problemi di tutti i giorni e immergersi nell’osservazione profonda della figura umana e nel rapporto che si instaura tra se stessi, il modello/la modella e il foglio.
Vorrei creare un luogo di sperimentazione e di assenza di giudizio, ma anche un luogo di condivisione.
Alla fine dell’incontro i partecipanti saranno invitati a discutere dei lavori, condividere le soluzioni trovate o semplicemente mostrare agli altri i propri disegni.
Il rapporto tra il pittore e la modella è sempre stato un tema cardine nella storia dell’arte, da Canova a Modigliani, da Previati a Picasso.
Ritrarre il modello non è una mera operazione di copia, ma c’è qualcosa di più: nel disegnarla c’è l’espressione di un mondo personale, di un proprio punto di vista.
In ogni lezione di disegno del modello dal vero, tra le modelle disegnate dai partecipanti non ce ne sarà mai una uguale all’altra.
A tal proposito il famoso Oscar Wilde disse che “ogni ritratto dipinto con passione è il ritratto dell’artista, e non del modello”.

Cosa si intende per incontri liberi?
Intendo il fatto che non richiedo una presenza fissa agli incontri. Non essendoci un programma didattico mi piace lasciare libertà di presenza, in modo che le persone non si sentano vincolate a venire tutte le settimane e che ci sia massima flessibilità per le nostre vite frenetiche. Anche il pagamento avviene per l’incontro singolo. Semplicemente Il giorno prima chiedo a tutti di farmi sapere se intendono venire in modo da organizzare l’incontro al meglio.

Come si svolgerà l’incontro , come è strutturato e cosa potrà fare chi parteciperà?
Gli incontri durano circa un’ora e mezza e si dividono in due parti. Nella prima parte (1 ora ) il modello/la modella posa alternando pose di un quarto d’ora o di mezz’ora, mentre nella seconda (1/2 ora) guido una condivisione dell’esperienza e dei disegni. Ognuno di noi è un mondo ricco e vario ed è molto importante questa fase per ampliare la nostra visione e prendere nuovi spunti e idee. La tecnica è libera, ognuno si porta i materiali che preferisce. Chi disegna sarà anche libero di muoversi intorno a chi posa, in modo da scegliere e cambiare il proprio punto di vista. L’associazione mette a disposizione supporti per disegnare e fogli bianchi di diverse dimensioni.

Di cosa si occupa l’associazione culturale Librida?
Librida è nata con l’intento di vivere nell’arte per l’arte. I miei soci Paola Farah Giorgi e Ferdinando de Martino sono responsabili rispettivamente del gruppo di Scrittura Zen Genova e della casa editrice L’Infernale Edizioni e offrono entrambi competenza e professionalità nel mondo della scrittura, mentre io mi occupo della parte legata alle arti visive.
Al momento siamo già attivi con corsi di acquerello, scrittura zen, scrittura creativa, teatro e modellismo navale. Abbiamo uno spazio espositivo per dare visibilità ad artisti di talento e a nuove idee e organizziamo spesso presentazioni di libri e reading ma non solo, anche piccoli momenti di spettacolo, musica, teatro e giornate per leggere, scrivere e disegnare insieme. Librida intende essere un punto di riferimento anche per artisti che non vivono a Genova e cercano, nella nostra città, un luogo dove proporre le proprie opere.

Irene Tamagnone

IRENE TAMAGNONE UN INGEGNERE CON L’ANIMO ARTISTICO
Irene è ingegnere biomedico con dottorato sullo studio dei meccanismi del cervello alla base dell’apprendimento motorio.
Ha sempre avuto la passione per l’arte in generale e per il disegno; parallelamente al lavoro, 5 anni fa, ha frequentato una scuola serale di disegno dal vero iniziando con busti e gessi per poi arrivare alla modella dal vivo.
Da gennaio si occupa di arte a tempo pieno ed è nel direttivo dell’associazione culturale Librida, che ha sede nel centro storico, e organizza questi incontri di disegno dal vero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...