the frostconcept


Quando si parla di Metal non sottovaluto mai una cover che raffigura una (Quella) villa accanto al cimitero tanto cara all’immaginario horror di una volta, perché so che dietro di essa potrebbe celarsi una sóla così come il songwriting concreto insito nell’esordio degli spagnoli Spectre, ricomparsi dall’oltretomba dello split di molti anni fa con i Grim Funeral.

Anche se l’adagio dice che l’abito non fa il monaco, in questo caso la forma esteriore mi ha permesso di trovare quella sostanza musicale che ti fa scandire il tempo sul volante mentre guidi ed ascolti i frangenti smaccatamente thrash di “A Grim Menace From Beyond” i quali nascondono in alcuni punti quello spirito caro agli Urgehal, senza raggiungerne in nessun modo la prepotenza, bagnato da un brodo di riff crudi stile vecchia Norvegia in un certo senso spettrali ma in maniera naturale, primordiale, per lo nulla teatrale.

View original post 287 altre parole