Ovada – aggiornamento sugli eventi alluvionali

Comune Ovada copia 2

Dopo una lunga notte di attività di monitoraggio e gestione delle emergenze la macchina comunale, questa mattina, ha verificato la consistenza dei danni causati dagli eventi alluvionali di lunedì 21 ottobre.
Al momento si segnalano le seguenti criticità:
-strada San Bernardo chiusa per frane;
-via Vecchia Costa chiusa per piccola frana dopo la Chiesa di San Rocco;
-strada Tagliolo chiusa per frana (l’accesso a Tagliolo è possibile attraverso Belforte);
-crollo di parte della difesa spondale di strada Masio;
-strada Grillano percorribile con attenzione per fango e detriti;
-strada del Termo percorribile con attenzione per frane e detriti;
-strada Roccagrimalda percorribile con attenzione;
-strada san Lorenzo percorribile con attenzione per frana;
-strada Lunarolo percorribile dopo la rimozione di un masso;
-provinciale 456 per Rossiglione sconsigliato il traffico per frane e terriccio sulla carreggiata, gli operai della Provincia stanno lavorando per il ripristino;
-strada Novi percorribile fino a Pratalborato;
-via Fittaria percorribile con attenzione per frana;
-strada Requaglia percorribile con attenzione;
-strada Faiello percorribile con attenzione;
-ferrovia direzione Genova bloccata per crollo (sono stati attivati i bus sostitutivi).

Si segnala che l’autostrada è totalmente percorribile.

Tra gli altri danni causati dall’alluvione segnaliamo un crollo del muro e del marciapiede in piazza Castello, dietro l’edificio della Vecchia Stazione, il crollo di parte della protezione spondale sul ponte Stura in corrispondenza con la briglia di Belforte e numerosi allagamenti in molte zone della città.

Il COM (Centro operativo Misto) è aperto ininterrottamente dalle ore 18 di lunedì 21 ottobre con la presenza continua del Sindaco e dell’Amministrazione comunale.

Nelle ultime 24 ore tutti i soggetti preposti sono coinvolti nella gestione dell’emergenza e si attivano per rispondere alle numerose richieste di intervento.
L’ufficio tecnico si è attivato per misurare i danni e farne una prima stima.

Si ringraziano l’Ufficio tecnico del Comune di Ovada coordinato dall’ing. Guido Chiappone, i tecnici e i cantonieri comunali, il Corpo della Polizia Municipale, coordinato dal comandante Laura Parodi, la Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile attiva e presente sul territorio e pronta ad intervenire in qualsiasi momento, tutti i dipendenti che si sono attivati con spirito di collaborazione e abnegazione.

Il nostro pensiero e il nostro supporto va ai Paesi dell’Ovadese duramente colpiti dagli eventi alluvionali, lavoreremo tutti insieme per la ripresa del nostro territorio.