Momenti di poesia. Tu mia aurora, di Stefania Pellegrini

Parole nomadi

Henry Moret

Tu qui per voce ancora
nel mio trascorrere
di piccola cosa,
nel sorriso di stella
che dal cielo indica la via.
Vivere di te
dell’aria che respiri.
Il tempo non conosce tempo
quando a me t’avvicini.
Di luce, di colore
veste la tua ombra,
di desiderio, d’amore
parla al cuore.
Il giorno è fresco passo
di luce su cristalli di rugiada,
mentre timida ed incerta
m’appari
stella del primo mattino.
Il mio tempo si riempe ancora
tra sempre nuovi stupori
di te mia aurora.
Ti stringo ancora a me, resta
 non sfuggirmi ora.

Stefania Pellegrini ©

Ogni diritto riservato all’autrice