Momenti di poesia. In mano alla luna, di Stefania Pellegrini

Parole nomadi

Non ti dirò che un sorriso

può arginare fossati limacciosi

dove indugiano

timorose le tue parole.

Luna austera, pallida, agra

come spicchio di limone.

Non so trovare un vento

che mi faccia disertare

i territori del nulla.

 

Luna nuova, generosa e calda.

Ti dirò che il lume

riluce ancora

dove giacciono smarrite

le nostre sinfonie.

Ti dirò perché

non potrei amarti di più.

Siamo in mano alla luna

come le maree

che solleva e ritira.

Stefania Pellegrini ©

(dalla raccolta Tra le ali dei sogni)