Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

di Lia Tommi,  Alessandria 

L’artista tedesco Gunter Demnig  ha ideato, nel 1995, le pietre d’inciampo,  in memoria delle vittime dei campi di concentramento e da 23 anni incastona queste  pietre in tutta Europa.  Da stamattina, 14 gennaio  2018, queste pietre sono poste anche ad Alessandria.

Un’atmosfera silenziosa, accorata, intensa di emozione,  di profonda riflessione e rispetto per una memoria  che non deve andare persa, ha accompagnato la cerimonia  di posa delle sette  pietre.

Ne sono state poste cinque davanti alla Sinagoga di via Milano, dedicate a Saul Campagnano,  Emilia Vitale, Ermelinda  Colombina  Carmi,  Ermene Ester  Carmi e Ida De Benedetto. Altre  due in via Migliara, 10, davanti alla casa di Cesare Sacerdote e Vittorina Artom (nonno e bisnonna di Paola Vitale,  rappresentante alessandrina della Comunità  Ebraica  di Torino).

Tutti morirono ad Auschwitz,  tra il 1944  e il 1945.

Queste pietre  sono grandi come un cubetto di porfido e recano piccole…

View original post 66 altre parole