Momenti di poesia. Come falene, di Giuseppe Pippo Guaragna

Momenti di poesia. Come falene, di Giuseppe Pippo Guaragna

come falene.jpg

Come falene

E’ sera ed io l’aspetto come amante,
ed eccola la luna nel suo incanto
riflettersi sul ciglio della strada,
moltiplicarsi verso l’infinito
nei frammenti d’argento d’uno specchio.

Verranno primavere, estati, autunni,
verranno poi gli inverni, i loro geli,
ma al caldo del camino, alla sua fiamma,
ti conterò la favola che aspetti
e sogneremo insieme ad occhi aperti.

Come falene vanno via gli affanni,
i sogni si tramutano in certezze,
sono carezze, brezze a primavera.
Quando la notte alfin sembra finire,
io spargo semi e tu li fai fiorire.

GPG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...