Momenti di poesia. Incontro, di Giuseppe Pippo Guaragna

Incontro.jpg

Incontro

Scenderò da quel treno
che, attraverso la notte e la campagna,
mi porterà tra le tue braccia aperte,
come fossero l’ali colorate
d’elegante vanessa,
libellula di fiume.

Sarai lì, sorridente,
ti regalo una rosa tra la gente,
mi pulsano le tempie, batte il cuore,
quanto l’abbiam sognato questo istante,
e sei tra le mie braccia,
in un sussurro, amore.

E’ lesta la mia mano
a carpire il tepore del tuo viso,
e lieve una carezza l’accompagna,
e sento della tua la tenerezza
nel disegnarmi il volto,
le rughe, la vecchiezza.

GPG