Momenti di poesia. SCRIVIMI ( Lettera a me stesso ) di Vincenzo Pollinzi

Scrivimi

Scrivimi tutto quello che

ti passa per la mente, ma scrivimi,

scrivimi di quando corri a perdifiato

e sai che non ti servono le gambe

perchè lo fai con la mente.

Riportami indietro nel tempo

quando i sogni non morivano

mai all`alba e con occhi curiosi

scrutavi orizzonti lontani.

Scrivimi delle ore e dei giorni

che passano veloci,portami nelle

tue notti insonni e senza fine.

Metti tra righe ostinate quel

raggio di sole che al mattino

filtra dalla finestra e come

un caino di seta va a posarsi

sul muro e su questo raggio,

tagliente come una lama,

appendi tutte le ansie che

puntuali riaffiorano a fil di pelle.

Scrivimi,scrivimi pensieri

più marcati di tinta sul nero,

di quando all`improvviso la sera

ti perdi e l`altra metà del cielo

ti porta silenzi di bianche Nuances

dove non servono le parole.

Scrivimi,scrivimi sempre!

Io ti leggerò tutte le notti e puntuale

al mattino raccoglierò i cocci sparsi

in frantumi dei tanti bicchieri vuoti

che sempre mi scivolano dalle mani.

VINCENZO POLLINZI @ 3 Novembre 2019

Diritti Riservati sul Testo

Foto dal Web