L’incedere monsonico
cadenzato in ventidue lune
come stele sfocata nei ricorrenti bivi,
angelo tra insegne fastidiose.

Regina imbrattata di paure
tra le grate della tua decadenza
fissa il cielo sopra Atacama,
ridestati al profumo dei giornali caldi.

© 2zero19 – lemiecosepuntonet

Ovunquiatevi su lemiecosepuntonet