PRIMA DI ADDORMENTARSI, di Silvia De Angelis

Nella languidezza

d’un vezzo

trascinato da anime di buio

cede alla deriva

ogni desinenza cosciente

del chiostro più profondo

Nel labile richiamo del sogno

s’accentua un motivo dominante

fra ebbrezza e sopore

Plagia d’arcano

il fumento del pensiero

divenuto

quasi impalpabile

nel circumnavigare

gli oceani enigmatici

d’un sé senza difese…

@Silvia De Angelis

4 pensieri riguardo “PRIMA DI ADDORMENTARSI, di Silvia De Angelis

  1. Il momento del passaggio dalla veglia al sonno è particolare, “impalpabile”. Difficile comprendere coscientemente come sia passibile passare questa soglia che conduce in altri mondi in cui la coscienza del sé diventa labile ma allo stesso tempo capace di liberare energie sopite dell’inconscio. Ho provato più volte a sentire il brivido del passaggio dal corpo dominante alll’alea dell’anima che controlla le mie storie oniriche, ma inutilmente. La tua poesia mi porta invece ai confini di questo limbo meraviglioso con tutta la sua bellezza che riesci a trasmettere. Buonanotte cara Silvia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...