Momenti di poesia. In quell’andare, di Stefania Pellegrini

In quell’andare vagabondo
tra le corti
alla ricerca di pietre e monili
cogliendo qua là
prima che tramonti,
nel silenzio a volte ostile,
una parola
che rimi con divenire.
Ascoltare
la voce che nasce dentro
da un richiamo
che incertezze fuga
di brividi d’aurora.
Dissetare
alla fonte del piacere
l’arsura
di sguardi dolci, occhi distanti,
prima che l’oggi
non sia nel domani e il cuore
smagrisca nella pena
di un vuoto
che nutra la nostalgia.

Stefania Pellegrini ©