Venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 18,00 presso Il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria
si terrà la presentazione del libro dal titolo
“Donna Rachele.
Mia nonna.
La moglie di Benito Mussolini”
a cura di Edda NEGRI MUSSOLINI

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta: “Edda Negri Mussolini presenta, con questo libro, quello che per lei vuole essere un omaggio affettuoso alla memoria della nonna, Rachele, protagonista di una delle pagine più importanti della storia italiana. Un racconto familiare, una interessante testimonianza di chi ha vissuto in prima persona un rapporto speciale con Donna Rachele, la sua amata nonna, colei che rappresentava la sua famiglia ma che per tutti gli altri era la moglie di Benito Mussolini. ”.

Edda NEGRI MUSSOLINI nasce a Forlì il 31 ottobre 1963. Sua madre è l’ultima figlia di Rachele Guidi e Benito Mussolini. Il padre è Nando Pucci Negri presentatore ed intrattenitore di programmi televisivi e presentatore ufficiale dell’ Associazione AIBES. Nel 2012 acquisisce, attraverso un decreto Prefettizio il cognome della madre: Mussolini.
Ha condotto in alcune televisioni private per più di dieci anni programmi di Motori e di Golf. Ha animato il pupazzo Topo Gigio. Ha fatto parte delle redazioni di programmi RAI quali: Uno Mattina, Più sani e più belli, I fatti vostri, Geo&Geo. Ha collaborato alla creazione del premio: Una vita per il cinema. È stata Sindaco del Comune di Gemmano in provincia di Rimini. Collabora con alcuni giornali.

“DONNA RACHELE mia nonna. La moglie di Benito Mussolini”
di Edda NEGRI MUSSOLINI ed Emma MORICONI
Il libro, scritto a quattro mani, parla di Rachele Guidi, moglie di Benito Mussolini, attraverso i ricordi della nipote, figlia dell’ultimogenita Anna Maria. Edda, chiamata come la prima figlia dei coniugi Mussolini, madrina di battesimo, ha vissuto con la nonna dopo la prematura scomparsa della madre a soli 39 anni. Rimasta orfana vivrà con le nonne, il padre e la sorella. La nonna Rachele racconterà alla nipote la propria vita di famiglia. Un intreccio tra la storia famigliare e la storia del nostro Paese. Nel libro ritroviamo spaccati di vita quotidiana, amori, nascite, ma anche le tante tragedie che Donna Rachele ha dovuto affrontare nel corso della sua vita. Tutto si snoda dai primi del novecento fino ai giorni nostri con le esperienze di Edda dopo la morte della nonna avvenuta nel 1979. Le autrici hanno voluto anche fare una ricerca negli Archivi di Stato per supportare quanto era stato detto dalla nonna alla nipote Edda. Per ampliare con documenti quello che era la vita quotidiana della famiglia. Alla fine del libro si trovano anche le ricette che la nonna insegnò ad Edda.
Il libro è corredato da oltre cento foto, alcune inedite, che arricchiscono il libro facendolo diventare un libro nel libro.
“Rileggo quello che abbiamo fatto finora ed ecco che affiorano ancora ricordi. Frasi che vorrei mettere. Poi mi accorgo che potrei ancora scarabocchiare altre mille parole, ma alla fine rimarrebbe un unico grande concetto: quanto la nonna Rachele mi manca. Ma so anche che tutto quello che lei mi ha insegnato, la sua saggezza, il suo rispetto verso gli altri, la sua forza di volontà, i suoi valori, sono dentro di me e che con questo libro forse li ho potuti trasmettere a qualcuno insieme a un po’ di lei, a qualcuno che ha capito di quanto questa piccola grande donna dagli occhi così azzurri da perdervisi dentro, come era accaduto al nonno, è riuscita vivere una realtà fatta di tragedie con una forza d’animo che non è facile trovare. Che ha vissuto la vita con una grande dignità senza mai perdere di vista i valori e le radici della sua Romagna, a rimanere con i piedi ben piantati per terra, cercando di non perdere di vista gli obiettivi importanti della vita primo fra tutti: la famiglia