Novi Ligure: Seguendo un Filo di seta
Il basso Piemonte vivrà un fine settimana all’insegna dei sapori con la 24° edizione di Dolci Terre di Novi, in programma da venerdì 6 a domenica 8 dicembre. Un appuntamento che vede protagoniste le eccellenze eno-gastronomiche come: la focaccia novese, la farinata, il cioccolato i presidi slow food abbinati a vini, birra e distillati locali ma sarà anche, grazie al Distretto del Novese, occasione per scoprire il territorio.
In occasione della rassegna eno-gastronomica, il Distretto del Novese in collaborazione con Oneiros Incoming by Il Mondo di Valigia C&D Viaggi sas, ha messo a punto per domenica 8 dicembre un itinerario alla scoperta di Novi Ligure, filo conduttore di questo tour sarà il “Filo di seta”.
Il Novese, nella seconda metà dell’800, era un territorio particolarmente legato alla produzione della seta: nel 1840 sono censite a Novi Ligure ben 67 filande per la produzione del filato “bianco di Novi”, la fibra tessile più pregiata d’Europa, quotata addirittura alla borsa merci di Londra. Esse impiegavano 3340 operaie, producendo quasi trecento quintali di seta grezza all’anno (un chilogrammo di questo prezioso filato costava circa settanta lire, quasi due mesi e mezzo di paga di un’operaia di filanda).
Il tour partirà alle ore 14.30 dall’ingresso del centro fieristico Dolci Terre. Dopo aver fatto tappa davanti all’ex filanda Payen si proseguirà nel cuore del centro storico di Novi Ligure andando ad ammirare nella Basilica della Maddalena oltre al grandioso complesso ligneo del Calvario, realizzato da artisti fiamminghi verso la fine del Cinquecento, i preziosi paramenti custoditi dalla Confraternita.
La passeggiata proseguirà poi lungo via Girardengo fino a giungere alla Chiesa Collegiata, duomo della città: entrati, oltre ai capolavori qui custoditi, si potrà ammirare il velo della Madonna Lagrimosa (inizio XVIII secolo).
Il tour si concluderà all’interno della corte Peruzzo, ai piedi di un grande gelso proprio all’interno del centro storico della città, ascoltando il racconto della storia del “Bianco di Novi”.
Termine tour ore 17:00 circa
Si ringrazia per il supporto la Confraternita della Maddalena, la Comunità Pastorale “S. Teresa di Calcutta” di Novi Ligure e l’arch. Paola Marenzana, esperta della sericoltura nel territorio novese.
Costo a persona 3 euro (fino ad esaurimento posti)
Info e prenotazioni: info@distrettonovese.it | WhatsApp 335 5392548

Per conoscere il calendario di tutti gli eventi del Novese e Alto Monferrato e lo “Speciale Natale” consultare il sito: http://www.distrettonovese.it oppure la pagina Facebook “Distretto del Novese”

Quale territorio promuove il Distretto del Novese?
Il Distretto del Novese (40 comuni della provincia di Alessandria riuniti in convenzione) si trova in Piemonte, in un’area equidistante da Torino, Milano e Genova, dove i segni degli intrecci storici tra la Repubblica Genovese e quella piemontese si possono ancora scoprire in un percorso attraverso i luoghi di arte e le tradizioni gastronomiche, le facciate dipinte dei centri storici che ricordano i borghi liguri, mentre a tavola scorrendo il menu’, piatti come gli agnolotti fanno immediatamente pensare alla terra “sabauda”.
In questa porzione di Piemonte che non ti aspetti si trova Bosco Marengo con il Complesso di Santa Croce e le Opere di Vasari, i castelli dell’Alto Monferrato, i percorsi di trekking tra le Capanne di Marcarolo e la Val Borbera, Libarna la citta degli antichi romani lungo la via Postumia, Gavi Bandiera Arancione Touring Club e il suo Forte, nel cuore del centro storico di Novi Ligure i palazzi dipinti e il grande complesso scultoreo in legno alle spalle dell´altare maggiore della Basilica della Maddalena (che rappresenta il Monte Calvario), e poi ancora la Pinacoteca di Voltaggio, al confine con la Liguria, dove è possibile ammirare le tele del Fiasella, di Bernardo Strozzi e del Voltaggino Sinibaldo Scorza. Impossibile dimenticare le dolci colline su cui di allenavano Costante Girardengo e Fausto Coppi, dove vengono coltivati i vitigni del Gavi docg, quelli dell’Ovada docg e del Timorasso, i cui vini ben si abbinano ai salumi del territorio come la testa in cassetta e il salame, o ancora ad altri prodotti tipici come la focaccia novese, la farina, il Montebore (uno dei formaggi piu’ raro del mondo) senza dimenticare il cioccolato che ha fatto conoscere il novese in tutto il mondo con i grandi marchi di eccellenza e le produzioni artigianali.
CONTATTI PER LA STAMPA
Distretto del Novese
Via Gramsci 11-15067 Novi Ligure
Barbara Gramolotti|info@distrettonovese.it
Tel.+39 335 539 2548
Web https://www.distrettonovese.it