Ideato negli anni ’90 dal compianto Prof. Benito Ussia, domenica 8 dicembre si è celebrato, nell’Aula consiliare di Ladispoli, il Premio Letterario Città di Ladispoli giunto quest’anno all’ VIII^ edizione. Tanti gli ospiti che si sono alternati e che hanno ricevuto riconoscimenti e attestati.

I primi ad essere premiati per il grande lavoro svolto sono stati gli studenti delle 8 classi finaliste, che hanno partecipato con la sezione “Tema” e sono stati chiamati a cimentarsi sul delicato tema del “rapporto del mare con la nostra Città e il plastic free”. La salvaguardia del mare è stato il filo conduttore anche degli interventi e successiva premiazione per il presidente dell’associazione Ambiente Mare Italia Alessandro Botti e di Roberto D’Amico il surfer ladispolano che porta in giro per il mondo il nome della nostra città.

Ad aggiudicarsi il PREMIO LETTERARIO “CITTÀ DI LADISPOLI” per la sezione Romanzo è stata ROBERTA MEZZABARBA (LA LUNGA OMBRA DI UN SOGNO), seguita da VALENTINO QUINTANA (FRATELLI CONTRO) e da EMANUELA GALATI (LA MALEDIZIONE DELLA VERITÀ). Quarto posto ex aequo per MARIA CRISTINA ALFIERI (FAMMI LUCE ) ed ALESSANDRA CINARDI (VITA E LA COPPA DELLA RESURREZIONE), vincitrice dell’edizione 2018.
Per la sezione GIALLO, il vincitore è stato FRANCOIS MORLUPI – (FORMULE MORTALI), seguito da LUANA TRONCANETTI – (I SILENZI DI ROMA). Terzo posto per il secondo anno consecutivo per VINCENZO GALATI (BEATA GIOVENTÙ). Quarto posto ex aequo per STEFANO VISONÀ – (DOVE IO MAI) e LUCA GIRIBONE – (TRYTE)

Nella sezione racconti, sezione introdotta in questa edizione il primo premio è andato ad ANNA PASQUINI (MISTICANZA), secondo premio per ALESSANDRO ANTONAIA – (FLUSSO), terzo posto per FABRIZIO OLIVERO (IL FILO DI ARIANNA) anche lui già finalista nella scorsa edizione nella sezione Romanzo. Quarto posto ex aequo per il vincitore della sezione prosa nel 2017, MARCO SALOMONE (LE AVVENTURE DI UN TAXISTA RILUTTANTE) e NICOLETTA FANUELE – (TUTTO L’AMORE CHE SERVE).

Le MENZIONI SPECIALI “Premio Città di Ladispoli” sono andate a Mara Fux – Tutta colpa di Maria!!!, Enrica Mormile – Il viale dei cancelli; Alessandra Cinardi – Vita la coppa della resurrezione e Stefano Visonà – Dove io mai.

Il premio speciale della critica “Premio Benito Ussia” consegnato dal primogenito Roberto è andato a Giannantonio Spotorno – Ti racconto la politica, Marco Salomone – Le avventure di un taxista riluttante e Maria Cristina Alfieri – Fammi luce.

Il Premio BCC per i Giovani, altra novità dell’edizione 2019 è andato a Nicoletta Fanuele (Tutto l’amore che serve), ritenuta dagli addetti ai lavori tra i 30 migliori millenials d’Italia, riconoscimento avuto nel Myllenial Award 2019 e a Chiara Margarito (Poesie e fiabe incantate), undicenne pugliese già al suo primo libro edito.

La serata è stata allietata dai solisti dell’Orchestra Giovanile Massimo Freccia, con la splendida esibizione di Michele Forese al flauto, Roberta Vaino al violino, Rosalba La presentazione al pianoforte, Chiara Ascenzo al violino, Lorenzo Muscolino al violoncello, e presentata da Lara Calisi e Francesca Lazzeri. Il servizio di accoglienza degli ospiti è stato curato dagli studenti del terzo anno dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli, indirizzo accoglienza turistica.