La Lettera 22 fu uno dei prodotti di maggior successo della Olivetti negli anni Cinquanta; venne premiata sia in Italia (Premio Compasso d’oro 1954) sia all’estero (miglior prodotto di design del secolo secondo l’Illinois Institute of Technology nel 1959). Questa «portatile» del peso di 3 chili e 700 grammi, era prodotta interamente ad Aglìè, la cittadina canavesana celebre per il cabstello ducale e per la casa delle vacanze estive di Guido Gozzano. Dice il sindaco Marco Succio: «Stiamo per insediare il comitato che promuoverà gli appuntamenti per la festa dei 70 anni. Agliè diventerà anche il “Comune della Lettera 22». Era stato Adriano Olivetti a volere che questa macchina da scrivere nascesse.

Dal web