oh pace

Momenti di poesia. OH PACE !, Carmelo Salvaggio

 

OH PACE !

Avrei voluto nascere con te,

essere rametto d’ulivo

vestito di foglie d’argento immerso nel tempo.

Gioioso avrei seguito nel volo

cento colombe in cerca di vita.

Avrei voluto suonare con te,

arpa celtica

vibrante di mille armonie al soffio del vento.

Sereno avrei toccato le corde del cuore

per farne pensieri d’amore.

Avrei voluto danzare con te,

essere roteante derviscio

avvolto in ampia tunica bianca ubriaco di suoni

e in estasi cogliere doni dall’alto

da distribuire in basso tra tanti fratelli.

Avrei voluto dormire con te,

tenero amante d’alcova segreta

accoccolato come gatto tra lenzuola di seta.

Vagheggiando nel sonno

sintonie e sorrisi di gioia.

Avrei voluto svegliarmi con te,

esile fiammella

accesa alle lodi prima che l’alba ci baci

e intonare un corale ‘Te Deum’

per ringraziarti del dono.

Pace, che nasci dal grembo di Dio

nessuna guerra ti può generare

che terribile è il seme della discordia

ed alto è il grido dei disperati

sopra le follie dei governanti.

21 ottobre 2019

Carmelo Salvaggio

immagine dal web