di Marina Vicario

Evento Organizzato da Museo del Tesoro
ttps://www.facebook.com/events/734491873739896/?active_tab=about

A seguito di numerose richieste, si propone in una versione rinnovata e ampliata la tradizionale visita domenicale al Museo del Tesoro in duplice orario.

La prima visita partirà alle ore 15:30 di fronte alla Cattedrale. Il costo è di € 10, comprensivo di biglietto d’ingresso al Museo. È necessaria la prenotazione al n. 010 2091863 o all’email museotesorogenova@libero.it. La visita si terrà con un numero minimo di partecipanti, per ogni turno ci sono 25 posti disponibili. La biglietteria del Museo del Tesoro sarà aperta dalle ore 15:00.
La seconda visita partirà alle 16,40 davanti alla Cattedrale. Dopo la bigliettazione la visita inizierà davanti alla Cattedrale.

La visita prevede una prima introduzione alla Cattedrale, per meglio contestualizzare la cospicua collezione di preziosissimi oggetti che a partire dal Medioevo andò a costituire il cosiddetto “Tesoro” della Cattedrale, oltre a focalizzare visivamente le diverse alternative allestitive che furono valutate nella prima metà del ‘900, quando si decise di passare dal tradizionale “Tesoro” custodito nelle sacrestie lignee a un vero e proprio “Museo” firmato da un architetto famoso, Franco Albini.
L’itinerario prosegue poi nei suggestivi ambienti ipogei del Museo vero e proprio, con particolare attenzione ai pezzi principali e maggiormente famosi: il Sacro Catino, ritenuto vero e proprio Santo Graal in cui Cristo poté consumare il suo ultimo pasto, da poco rientrato da un delicato restauro che ce l’ha restituito risarcito della famosa lacuna che lo caratterizzava; la Cassa processionale del Corpus Domini, travagliato e bellissimo lavoro di oreficeria intrapreso nel sec. XVI e concluso quasi due secoli dopo a seguito di numerose traversie; la Croce degli Zaccaria, meravigliosa croce gemmata con cui venivano benedetti i Dogi genovesi; l’Arca delle Ceneri di San Giovanni Battista, sorta di tempietto gotico in argento cesellato e dorato realizzato nel sec. XV per condurre in processione le reliquie del Santo Patrono; e altre opere di grande interesse storico e artistico.