Momenti di poesia. Le assenze, di Stefania Pellegrini

Del tempo passato lo sappiamo
la sorte ciò che toglie non riporta.
E ci sono giorni in cui gli spazi vuoti
rifiutano le assenze
o bruciano cera di rimpianto
senza pudore.

Altri come oggi cantano ricordi
arrivando a musicare
spartiti di calde melodie,
fluttuando forme da angoli bui
in uno spazio
cosmico pieno di luce.

Affiorano allora timidi
gli istanti di una vita
tra le pagine pressate del libro
con l’odore dolce – amaro
dei piaceri ritrovati.
L’armonia dei giorni andati,
e l’onda di riflusso
delle parole
che attizzavano sicurezze al cuore.

Stefania Pellegrini ©