luna rami66

In quell’inserto

riconducibile alla felicità

o a quanto ognuno di noi

s’avvicini a essa

viviamo forse per contrasto

 notevoli vortici d’amarezza.

Scompensano

il nostro equilibrio

traendoci  in uno stato d’ agonia pura

esfoliante preziosi respiri di vita.

La razionalità allora

sembra spinta in un abisso nero

e lo sfrigolare di turbamenti girovaghi

nella stanza della coscienza

diviene interprete

d’un  sussulto irreparabile

amato complice d’un brivido di luna

quando nel giro del compasso

s’attardi per non sfiorare il sole.

@Silvia De Angelis