L’ORIZZONTE
di Miriam Maria Santucci

Mi ritrovo come sempre ad osservare
la vita che ci scorre tra le mani.
Qualcosa che si vuol dimenticare
ed altre che non torneranno mai.
Tra le nubi si perde un aquilone
e si confonde tra il volo di gabbiani.
Appoggiati entrambi ad un bastone
silenziosi passano due anziani.
Coi loro anni fuggiti in un baleno
camminano pian piano tra le onde.
Con i ricordi giunti da lontano
si fermano a guardare l’orizzonte…

Poesia tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”
© Copyright 2018 – Miriam Maria Santucci