Zappo lo scettro discrezionale
Fino al canale dell’Agenzia Delle Entrate
Dove un androide agamico
Conduce “C’è imposta per te”.
Se ella non fosse nella fase kamikaze
Della sua struggente bipolarità,
Starebbe appollaiata sul divano di fianco a me,
Anziché al corso di lame rotanti e alabarde spaziali.
Mi manca come i servizi sociali,
Come una pandemia customizzata su misura,
Come un kilt a centoventi gradi sottozero,
Come un rancio a base d’arancio rancido.
Mi corico sulla piramide del Cocoricò
Con la punta di essa conficcata tra le vertebre E14 ed E15
Compongo sta menata in sforbiciata
E lascio sfumare un’altra putrida giornata.

© 2 + 0 = 2 – 0 / lemiecosepuntonet

Imputriditevi su lemiecosepuntonet