Sono ancora in viaggio, niente fretta. Mi concentro passo dopo passo. Riposo. Sentire la penna scorrere sulla carta. Armonia tra cervello e dita. Erotismo creativo. Dolce sensazione.
Versami del vino o qualcosa di più forte.
Miele…

Cos’è il successo?
Guardarsi allo specchio
e amare ciò che
esso riflette.
Circondarsi di essenza
lavorando sulla sostanza.
Scolpire. Spolverare.
Silenzio.
Parlare non serve, basta respirare.
Niente corona, basta un cuscino.

Perchè ho iniziato a scrivere?
Cos’ha effettivamente mosso la mia mano fin dal principio?

Cos’è veramente PF JoyLotus?
Cosa racchiude?
Nella mia presunzione sognavo
di creare momenti di pace e bellezza
che fermassero il tempo e
lo congelassero in minuscoli
cristalli scintillanti.
Fare sentire le persone come
dentro una bolla di assoluto.
Come in un lampo di infinito.
Far assaggiare ad ogni individuo
la vera essenza di cui egli è fatto.
Una abilità che forse
si raggiunge in molte vite.
E tu caro mio, che rimiri il tuo riflesso
sei decisamente avanti.
Hai decisamente camminato a lungo.
Ora hai decisamente assaporato,
in prima persona,
un sorso d’assoluto.


Francesca (PF JoyLotus)