c87412141b5c93a8b7ff0dc02f7c545d

L’ULTIMO ABBRACCIO, di Luisa Sedda

L’ULTIMO ABBRACCIO
Mai a memoria nell’amore che porto
al tuo giorno niente di più grande,
niente di più bello rivela i segreti tuoi.
Riaffiora nel lungo brivido dei ricordi
l’ardore degli occhi la freschezza
degli anni passati.
E malgrado abbia un’intima tristezza
il cuore non cessa di battere.
Tu sei qui
mi guidi la strada con mano sicura
senza rimpiangere il cancello del nostro giardino.
E di nuovo io vivo, di nuovo io respiro
e mi dà gioia il grido sovrastato dal vento,
e non mi ferisce il sibilo di un freddo notturno
quando si hanno cicatrici profonde solcate
nell’anima e nei sensi e non si rimarginano
quando si è amato l’affetto più caro.
Solo una gioia diversa mi sarà divelta
non dal dolore m’aspetto il futuro.
Ma vedo prossimo il regno del rinnovamento
e col mio vestito nuovo sorrido al sole
che m’illumina coi suoi raggi
e fa brillare le spighe nel campo di grano.
E decanterà nel maggio fiorito il poema
per gioire d’amore l’incanto di un fiore
che rinasce da un dolce segreto
di un nuovo sentimento.

Luisa Sedda

foto pinterest