Momenti di poesia. Lascia che sia ancora amore, di Stefania Pellegrini

Scriverò per te
ciò che il vento sussurra alle foglie
la musica – incondizionata
di un amore senza resa
il suono dell’onda che allo scoglio ritorna.

Riavvierò la tessitura degli incontri,
la tua bocca, i baci,
l’odore della pelle
che odora spigo maturo,
spicchierò,
come arancio dolce – succoso,
aperta al mare della scoperta.

Mi farò musico della tua anima
quando gli occhi apriranno
agli incendi dell’alba
per vestire di seta le nostre parole
penetrare i tuoi occhi
e scoprirne le sfuggenti sfumature.

Non rilegarmi nella tua zona d’ombra.
Lascia che sia pagina aperta
e desiderio ancora
porgerà accaldata la sua mano.
Di camelie odorose
riempirà i nostri palmi
per farne collane – per i giorni.

Stefania Pellegrini ©

DIRITTI RISERVATI