THE MESS OF THE WRITER

La strada da seguire non è quella più comune, quella percorsa da tutti. E’ nascosta, circondata da elementi fuori posto o animali che incutono terrore lì da soli nel nulla, i quali probabilmente sono essi stessi terrorizzati dalla nostra presenza. La strada da seguire è quella che non si vede subito o di cui ci si accorge poco pur passandoci davanti, quella coperta da fronde e fronde infinite, esattamente come le viottole che portano alla casa di Harry Quebert nel libro di Dicker.

Per lo stesso principio, le persone da seguire non sono quelle con le idee più scontate ma quelle con i pensieri più particolari, che ci si potrebbe addirittura chiedere da dove provengano. Guardiamoci bene da quelli che cambiano opinione continuamente o da chi ci dice sempre e solo quello che vogliamo sentire. Non allontaniamo chi critica qualche nostra azione, chi ci da consigli che noi non gradiamo…

View original post 482 altre parole