figli

Non s’allinea

a evanescenze di silenzio

la prole evoluta

nel dissenso di generazione

avvitato a un dire del contrario.

Scivola la mente acerba

nei piani melmosi della vita

accasciandosi

a lesioni laceranti.

Manlevano giovani tempie

motivi soggiogati alla ragione

mossa in una citazione ardita

d’antiche tracce

vicine assai al pensiero materno

nella preziosità d’ indosso maturo

che solo spigolar sa saggezza vera.

@Silvia De Angelis