Schermata 2020-02-18 alle 23.39.24

Si apre con una dedica LE CHIAVI DEL MIO CUORE, la prima raccolta poetica di Stefano Polo, edita da La Caravella Editrice: “… alla mia fidanzata Luisa, disabile motoria affetta da spina bifida, con tanto amore”.

Il libro è un canto poetico umile e spontaneo. E’ semplice e pulita la costruzione del verso, il poeta si muove in punta di piedi tra le parole, quasi a scoprire il fascino dei suoni e delle armonie lessicali per la prima volta. “Il nostro legame è indivisibile/come l’aria che ci circonda”. La parola “amore” è ripetuta con forza quasi ossessiva ed appare un’esigenza per soffermarsi sul valore del termine. Le emozioni dell’autore si rifugiano nella semplicità espressiva del sentimento, gli impulsi emotivi tracciano immagini quasi infantili.

Si definiscono sequenze di un vissuto, l’intesa, l’innamoramento, l’evolversi dello stare insieme come testimonianza di un legame basato sulla concretezza dei sentimenti.

Stefano Polo alimenta la sua anima di sogni e di colori, cerca di ripercorrere i tratti salienti dell’esperienza amorosa che così tanto lo coinvolge.

“…sei come un’aurora/che con la sua luce/illumina il mio cuore”.

Scrivere per il poeta significa concedersi alla parola, sentirsi finalmente libero di essere se stesso, dare sostegno e conforto alla persona amata.

Il libro racchiude l’intimo sentire di un uomo che si pone in ascolto, senza alcuna pretesa.