Nella mattinata di Mercoledì 19 Febbraio si è svolto c/o il palazzo comunale di Novi Ligure, l’incontro richiesto unitariamente da CGIL, CISL, UIL, SPI, FNP, UIL/pensionati, finalizzato alla negoziazione sociale con i Comuni del territorio.
La delegazione sindacale era composta da rappresentanti confederali e di categoria pensionati, per il Comune erano presenti il Sindaco GIAN PAOLO CABELLA ed il Vicesindaco DIEGO ACCISI.
Il Sindaco, ascoltata l’illustrazione della piattaforma sindacale, ha dato disponibilità alla più ampia discussione su tutti i temi, precisando che il bilancio in allestimento, sarà approvato successivamente, quindi suscettibile di aggiustamenti che saranno tempestivamente comunicati al sindacato.
L’Amministrazione Comunale, nonostante i tagli dei fondi destinati ai comuni, concorda nel mantenere inalterato il capitolo riguardante la spesa sociale, ammontante a circa 17000 euro.
Le politiche sociali sono affidate al Consorzio per il Sostegno alla Persona che dal prossimo anno gestirà direttamente l’imposizione della TARI.
Per quanto concerne i Tributi Locali è stata ribadita l’intenzione di mantenere invariate le aliquote IMU, nonché le aliquote ordinarie per abitazioni e pertinenze concesse in comodato.
Il Sindaco ha dichiarato interesse per il patto antievasione convenuto fra ANCI, SIDACATO ed ASSOCIAZIONI varie, non nascondendo scetticismo circa i risultati ottenibili.
Infine le parti, che si confronteranno su testi di un possibile Verbale di Accordo, hanno convenuto di istituire un TAVOLO ANZIANI permanente, per monitorare l’attuazione della legge regionale approvata dalla Regione Piemonte sull’INVECCHIAMENTO ATTIVO.

di LUIGI FERRANDO, SEGR.UILPENSIONATI CASALE MONFERRATO, TORTONA, NOVI L.