987bfcd68ba2a2c39f854987b34acfca

Sbagliare – sapendo di sbagliare – è la virtù dei diversi: di quelli che hanno imparato almeno l’essenza della vita, quelli che sono consapevoli dei limiti umani.

 

Lei sbaglia sempre, le piace essere in difetto, guai se fosse onnipotente.

 
Il fatto è che non tollera proprio – già, è una vera idiosincrasia – quelli che sanno tutto solo loro, i perfetti, i mitici, gli ineccepibili figli di questo tempo convulso che ci vorrebbe tutti uguali, identici, fatti in serie.

 
Quelli che la felicità dipende solo da loro stessi e – per procurarsene un po’ – ti schiacciano senza pensarci affatto.

 

Così s’è fermata, aspetta guardandoli passare, e – appena il gregge sarà transitato – lei si dirigerà dalla parte opposta.

 

 

 

@lementelettriche – di Paola Cingolani