Chiusura dell’esperienza progettuale compiuta nel 2019/2020 dai Volontari del Servizio Civile Universale del Comune di Alessandria

wp-15825572364341033613020.jpg

 

 

Mercoledì 19 febbraio, l’Ufficio Servizio Civile del Comune di Alessandria, ha organizzato un incontro nella Sala Conferenze del Museo Etnografico “C’era una volta”, sulla piazza omonima di Alessandria, finalizzato a salutare e ringraziare i volontari (una quarantina) di Servizio Civile Universale che hanno concluso la propria esperienza, svolta negli ultimi dodici mesi, nei diversi ambiti e servizi dell’Amministrazione Comunale di Alessandria.
Erano presenti all’incontro l’Assessore comunale alle Politiche Giovanili, Cherima Fteita, e l’Assessore comunale alle Politiche del Lavoro, Mattia Roggero.

«È assolutamente doveroso – ha dichiarato l’Assessore Cherima Fteita – esprimere a tutti voi un sincero ringraziamento, a conclusione del percorso che avete compiuto in questi dodici mesi.
La vostra è stata un’esperienza di servizio, ma anche di grande dedizione e qualità.
Un impegno che vi ha visti veramente “protagonisti” nei diversi ambiti operativi dei nove progetti del Bando.
Il mio grazie, a nome anche del Sindaco della Città, vuole dunque essere nei vostri confronti un’espressione forte e convinta che si carica di orgoglio, di affetto e di riconoscenza da parte della Comunità alessandrina per il dono che insieme avete fatto in questo anno alla Città».

«Mi unisco molto volentieri – ha sottolineato l’Assessore Mattia Roggero – a quanto già espresso dalla collega Assessore Fteita e desidero porre in evidenza anche un aspetto che ritengo molto significativo. Faccio riferimento al valore del Servizio Civile in quanto tale e all’esperienza che avete deciso di compiere in questi mesi proprio a “servizio” della Città e della Comunità locale. La qualità che avete espresso, il protagonismo che ha caratterizzato il vostro coinvolgimento nei diversi progetti e la sensibilità con cui avete approfondito i diversi temi proposti sono la migliore testimonianza di quanto voi abbiate creduto fortemente nella nostra Città e di quanto sentiate l’importanza di contribuire a rendere Alessandria sempre più bella, attrattiva, performante. Dopo le difficoltà oggettive che stiamo attraversando in questi anni, sono convinto che il percorso che avete compiuto come Volontari del Servizio Civile Universale non solo qualificherà i vostri curricola, ma anche possa creare i presupposti perché la gestione della vita sociale, economica, culturale e… amministrativa futura di Alessandria possa vedervi protagonisti a pieno titolo».

I giovani Volontari hanno esposto le peculiarità delle attività di servizio che li hanno visti “protagonisti” durante il 2019/2020 e che sono state declinate attraverso 9 specifici progetti approvati e finanziati dal Bando emesso dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.
Si è trattato dei seguenti progetti (con le relative sedi dove essi sono stati realizzati sviluppati):
• Centri di cultura ludica per il diritto al gioco dei bambini: Ludoteca “C’è sole e luna”, sede: Via Verona 103 (4 volontari) – ReMix “Centro di riuso creativo”, sede: Via Pietro Nenni 72 (2 volontari) – Centro Gioco Bianconiglio, sede: Via Gambalera 74 (4 volontari) – Totale volontari: n. 10. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività di animazione rivolte ai bambini sino agli 11 anni: laboratori, giochi, animazione nel tempo non scolastico e anche estivo.
• Un Museo a regola d’arte. Finestre sulla creatività alessandrina – Museo Etnografico “C’era una volta”, sede: Piazza della Gambarina 1 – Volontari: n. 4. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività mirate alla valorizzazione del Museo nelle sue funzioni ordinarie, nell’ideare e organizzare eventi legati all’arte visiva: pittura, fotografia, proiezioni di filmati.
• GeneraCultura II – Ufficio Cultura Palazzo Cuttica, sede: Via Gagliaudo 2 – Volontari: n. 4.
I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività di potenziamento delle opportunità artistiche e culturali organizzate dall’Ufficio Cultura comunale, in particolare riferite alla comunicazione e organizzazione degli eventi.
• Senza barriere – Ufficio Disability Manager, sede: Piazza della Libertà 1 – Volontari: n. 3.
I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività di potenziamento del Servizio Disability Manager: migliorare i diritti dei cittadini disabili in riferimento all’accessibilità cittadina nonché all’accompagnamento nelle diverse problematiche di competenza comunale.
• Fai rotta in COMUNE – Ufficio Relazioni con il Pubblico, sede: Urp Piazza della Libertà 1 – Volontari: n. 4. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività di supporto tecnico e relazionale dei cittadini più fragili dell’ utenza dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune.
• Libero Accesso – Servizio Musei Civici, sede: Piazza Vittorio Veneto 1 – Volontari: n. 4.
I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati nel potenziamento del Servizio Musei, con attività dedicate in particolare a supportare i cittadini di qualsiasi età con difficoltà di deambulazione o problemi sensoriali e ad arricchire l’offerta didattica per le scuole, le visite guidate e la promozione del Patrimonio Culturale.
• Made for Millenials: nuove forme di protagonismo e partecipazione giovanile nella vita sociale, culturale della città attraverso il potenziamento delle life skills – Ufficio Giovani, sede: Via Gagliaudo 2 (2 volontari) – Informagiovani, sede: piazza della Libertà 1 (2 volontari) – Totale volontari: n. 4. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività di potenziamento dell’Ufficio Informagiovani: servizi, laboratori, sperimentazioni e in attività di potenziamento dell’Ufficio giovani e minori attraverso l’organizzazione e conduzione di eventi, incontri, progettazione, promozione del Servizio.
• Troppo Green! Percorsi di sostegno alla cultura ambientale cittadina – Giardino Botanico “Dina Bellotti”, sede Via Giulio Monteverde 24 – Volontari: n. 6. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività teorico pratica presso il Giardino Botanico e nelle aree verdi cittadine a sostegno dell’educazione ambientale e naturalistica delle scolaresche e dei cittadini.
• I libri escono dalla biblioteca. Lettura in carcere, in ospedale, negli ambulatori – Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, sede: Piazza Vittorio Veneto 1 – Volontari: n. 3. I volontari del Servizio Civile sono stati impegnati in attività mirate al prestito librario e alla lettura in generale, destinate ai cittadini adulti e minori ricoverati nei presidi ospedalieri, ristretti nelle case di reclusione.

Si ricorda che il Servizio Civile concorre alla difesa della Patria impegnando i giovani, tra i 18 e i 28 anni, in progetti volti a favorire la realizzazione dei principi costituzionali della solidarietà (art. 2 Cost.), dell’uguaglianza sostanziale (art. 3 Cost.), del progresso materiale o spirituale (art. 4 Cost.), a promuovere lo sviluppo della cultura, la tutela del paesaggio e del patrimonio storico ed artistico della nazione (art. 9 Cost.) e la pace tra i popoli (art. 11 Cost.).
Il Servizio Civile rappresenta per i giovani un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale ed è un’opportunità di partecipazione alla vita collettiva. I giovani del Servizio Civile sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del nostro Paese.

Per informazioni: http://www.comune.alessandria.it nella sezione dedicata al Servizio Civile.