THE MESS OF THE WRITER

Mi è capitato più volte di perdermi nel bel mezzo di una via e di non capire perché ma soprattutto come fossi arrivata fin lì. In piccolo, l’esempio potrebbe essere slittato in relazione alla nostra casa, a quando abbiamo qualcosa da prendere ma non si sa per quale motivo afferriamo un altro oggetto a caso, in preda ai nostri pensieri. Chiamiamola distrazione, chiamiamola come vogliamo, fatto sta che, in ogni caso, nelle situazioni descritte, siamo assenti ma non per nostra scelta: anche un solo rumore, un colore possono influenzare la nostra mente, pervadendo le azioni eseguite di ricordi o di considerazioni a riguardo.

Dall’esterno la magia non è percepibile: si nota solo una persona con gli occhi fissi nel vuoto, che lascia alle sue gambe il potere di guidarla ovunque esse desiderino.

Io ritengo che mai nessuna circostanza si possa comprendere del tutto quando non siamo noi a viverla. Infatti…

View original post 576 altre parole