Momenti di poesia. Resilienza, di Stefania Pellegrini

Sperdute in mezzo al campo
resti di mura addescano l’aria pregna
di una nascente primavera.
Cedono un passo alla volta, ma smaniano
decise a tenere la loro forma.
Mordono le crepe esili foglioline
tra tralci di verdi speranze
si guardano – s’abbracciano
nei silenzi delle intese,
s’aggrappano
alle mura informi.
Sostenendosi qua e là
rubano linfa tra gli anfratti da vite passate.

Stefania Pellegrini ©