Non essendoci la totale sicurezza circa i comportamenti da adottare, al fine di garantire la salute di soci e clienti, la Risto ha deciso di chiudere al pubblico da oggi martedì 10 fino a sabato 21 marzo.
Dopo esserci ampiamente confrontati, abbiamo deciso di sostenere anche noi tutti quegli autorevoli messaggi che in questi giorni invitano a stare nelle nostre abitazioni.
Ci siamo comunque chiesti: cosa possiamo fare noi?

Il primo compito di ognuno è chiaro, stare il più possibile a casa ed evitare possibili contagi.
Abbiamo pensato, però, a quelle persone costrette a rimanere a casa da sole, in situazioni di fragilità e prive di una rete sociale in grado di sostenerle.

Ovviamente non potremo offrire compagnia ma, forse, ci siamo detti che potremo permettere a quelle persone che avranno maggiore difficoltà nel procurarsi cibo e nella preparazione di un pasto decoroso di sentirsi meno sole, meno abbandonate.
Abbiamo quindi pensato di metterci a loro disposizione, offrendo per chi ci farà richiesta un servizio di pasti a domicilio completamente gratuito.
Prepareremo un “piatto unico” cercando di rispettare il più possibile un sano equilibrio alimentare, probabilmente non riusciremo a rispettare diete ed esigenze particolari, ma cercheremo di prepararlo al meglio delle nostre possibilità.
Il piatto sarà da noi veicolato presso le abitazioni delle persone che ce ne faranno richiesta, in questo senso saranno accettate anche segnalazioni da parte di altri.
Tutti i giorni, dal lunedì al sabato, entro e non oltre le 10.30, potranno arrivarci le richieste al n. 334 19 51 774, che saranno da noi veicolate in un unico turno intorno alle ore 13.00, nella sola area del Comune di Alessandria.
Il servizio vuole andare incontro, come detto, alle sole situazioni di particolare fragilità economica e sociale, non potendo fare diversamente il nostro unico metro di misura sarà la fiducia: ci fideremo delle persone e delle richieste che arriveranno.

Saranno osservate tutte le regole che abbiamo imparato: l’operatore non entrerà nelle abitazioni e svolgerà il servizio con mascherina e guanti monouso.

Riapriremo al pubblico con la primavera.
Speriamo con nuove consapevolezze.

Coraggio.