coronavirus4_interno

Coronavirus. Questura di Alessandria: AVVISO – 2^ parte

– AVVISO – 2^ parte

Continuiamo a dare risposte ai vostri quesiti sui comprovati motivi che permettono il cd “spostamento” delle persone. Compatibilmente con il tempo a disposizione, ne daremo altre. Vi chiediamo di avere pazienza, alcuni quesiti sono semplici altri complessi e abbisognano di approfondimento. RICORDIAMO CHE SIAMO IN EMERGENZA E CHE IL NOSTRO COMPORTAMENTO DEVE PRIMARIAMENTE EVITARE POSSIBILITÀ DI CONTAGIO. Prima di pensare ad altro, è questa la regola che dobbiamo imporci.

5) la Presidenza del Consiglio ha specificato che: se si abita in un Comune diverso da quello lavorativo, si può fare “avanti e indietro”; si può fare jogging all’aperto, ma non raggruppati; si può sempre uscire per fare la spesa alimentare; si può uscire per comprare altre cose in caso di necessità (es. se si fulmina una lampadina); si può andare dai genitori anziani per assisterli ma non per andare a trovarli con “tutta la famiglia”; tutte le merci possono essere trasportate da autotrasportatori e corrieri-merci; l’attività di ristorazione può funzionare dopo le 18 per consegne a domicilio (no take away); pub possono restare aperti come i bar solo se non fanno musica dal vivo o proiettata su schermi; si può entrare in chiesa per pregare ma rispettando il metro tra i fedeli; si possono trasportare animali come consente il Codice della Strada;

6) si ribadisce che l’AUTODICHIARAZIONE per gli spostamenti deve essere esibita (o compilata) ad ogni controllo e l’operatore di polizia la può acquisire;

7) come detto, assistere (e non meramente “fare visite”) i propri cari è sempre possibile perché è stato di necessità, così come un parente può fare da babysitter ovviamente se mancano i genitori;

8) fare o farsi fare le pulizie in casa è possibile ma, attenzione, si intende che c’è un REGOLARE contratto tra le parti. Situazioni in nero, per capirci, possono violare le prescrizioni imposteci!

9) accudire gli animali in campagna è possibile, ma solo se non può farlo uno sul posto.

10) in ristoranti, bar, ecc può capitare che persone lavorino “vicine” e non si possa fare altrimenti. Posto che il rispetto del metro è necessario, è comunque meglio dotare il personale – almeno in cucina – di guanti e mascherina di tipo comune.

11) pagare l’assicurazione, fare revisione dell’auto, sostenere colloqui di lavoro, andare al bancomat per prelevare, ricaricare carte prepagate si può, ovviamente nel proprio comune o, in mancanza, in quello più vicino.

12) esercitare il diritto di genitore, in caso di separazione o divorzio é ovviamente sempre possibile, con i limiti previsti dall’Autorità Giudiziaria.

(continua)