logo-demos

DemoS: “Anche alla luce delle recenti proteste, è necessaria una seria riflessione sul carcere”

Anche i due istituti carcerari di Alessandria sono stati interessati dalle proteste dei detenuti, facendo registrate anche una vittima.

“L’emergenza Coronavirus colpisce tutti, senza esclusione. È necessario compiere il massimo sforzo per spiegare l’eccezionalità di questa situazione ai detenuti, che in queste ore assistono a un ulteriore restringimento della loro condizione – affermano le coordinatrici regionale, Elena Apollonio, e provinciale, Paola Ferrari, di DemoS-Democrazia Solidale – È necessario, come ha anche ribadito il nostro coordinatore nazionale Paolo Ciani, implementare azioni di prevenzione e screening per la popolazione detenuta e gli operatori della sanità e della sicurezza; è necessario ancor di più individuare misure alternative al carcere e favorire la detenzione domiciliare, per alleggerire la tensione negli istituti”.

“Per consentire ed agevolare i contatti con i familiari, vietati dalle ordinanze del Governo, sarà importante anche predisporre una tecnologia per garantire colloqui via Skype fino a quando non sarà ripristinata la possibilità di visita negli stessi. Sul tema delle carceri una maggiore attenzione è necessaria sempre – concludono – una volta di più durante un’emergenza come questa, senza precedenti”.