Casale Monferrato Palazzo

Coronavirus: Riboldi e Capra: «Ecco i primi provvedimenti per aiutare cittadini e imprese»

Casale Monferrato: Nelle ultime due giornate l’Amministrazione comunale ha messo in campo una serie si novità volte ad andare incontro ai cittadini e alle imprese in questi primi giorni di attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo.

«Il Coronavirus oltre a minare la salute – ha spiegato il sindaco Federico Riboldirischia di minare l’economia del nostro territorio. Il Comune, per primo, deve farsi parte diligente per sgravare i propri cittadini più possibile, quindi abbiamo deciso all’unanimità della Giunta una serie di agevolazioni e aiuti».

Primo fra tutti, è stato deciso di esentare le famiglie dal pagamento dei servizi scolastici e dei nidi d’infanzia comunali per tutto il periodo in cui sono chiusi (in allegato comunicato specifico).

Con apposita ordinanza, invece, è stato sospeso il pagamento dei parcheggi blu in città da oggi, 13 marzo, fino a sabato 28 marzo compreso. Quindi sosta libera in centro per chi in queste settimane deve ancora muoversi per necessità legate soprattutto al lavoro.

«Si è dato mandato ai dirigenti comunali – ha sottolineato il vice sindaco Emanuele Capra ,– affinché si valuti la possibilità normativa di ricalendarizzare o rinviare le scadenze di imposte, tariffe e più in generale dei pagamenti verso il Comune su cui l’Ente ha competenza diretta; questo per cercare, in periodo di grande difficoltà, di alleggerire più possibile il peso fiscale in capo alle aziende e ai cittadini. Il tutto compatibilmente con il Decreto fiscale nazionale che dovrebbe essere emanato proprio in questi giorni».

«Sul fronte del contenimento della diffusione del virus – ha concluso il vice sindaco Capra – abbiamo inoltre deciso di chiudere i due giardini pubblici della Furnasetta e di viale Giolitti, oltre ad aver contingentato l’orario di accesso del parco della Cittadella prevedendo l’apertura solo al mattino dalle ore 8,00 alle ore 12,00».