Tre liriche scelte di Maria Rosa Oneto



Manca il respiro

Poggerò
il cuore
dove altri hanno
già pianto.
Sarà lo stesso dolore
a consumare
le carni.
Manca il respiro
come alito di vento.
Aggrappata
a questo letto
vedo il mare
inginocchiarsi
accanto.
Grida la Terra,
al parto
degli alberi.
Feti dagli occhi
di vetro
accendono
le tenebre.
Case senza finestre
paiono sepolcri
dove più nessuno
si inginocchia.
L’anima ha sete
di primavera.
Piange sommessa
al Cantico
delle Creature:
“Fratello Sole!”
“Sorella Luna!”.
Nessuno ascolta
il dolore della Vita.
In silenzio,
cerco di dormire,
intubata,
ad un sogno
senza domani!

Come una bambola

Siedo
come una bambola
di pietra.
Non sento
carezze sul corpo
di plastica.
Vivo senza combattere,
nuda all’incuria
del tempo,
dimenticata
da chi aveva detto
di amarmi.
Intatta, allo scorrere
del tempo,
delle stagioni,
senza cambiare
le vesti,
lo sguardo ceruleo
fisso in un punto
fermo.
Indossi fanciullezza,
la stessa che io
ho perso.
Muta al volgere
dei giorni.
Senza mostrare
tristezza.
Pacata e arresa
nell’angolo
maestoso di una
poltrona.
Non ti è concesso
avere pensieri,
battiti di cuore,
esplosioni emotive
che abbagliano
l’esistenza.
Giaci e come me
resti assente.
Lontana dal presente!

Passi incerti

Passi incerti
portava il vento
nel seminare Amore
e fragranze di fiori
nel giardino
della mia speranza.
Aspettavo ad occhi
chiusi la carezza di
un acero sulla gonna
corta e il richiamo
di un fringuello
tra la malinconia
e il deserto.
Passi incerti
che non sapevano
attendere
s’inerpicavano
su sentieri impervi
dove la fatica
non arrivava
e il respiro mozzato
chiudeva il Libro
della Vita.
A contatto con
l’Eterno,
immersa in un azzurro
immacolato,
ho issato una Bandiera
e come in tempo
di Guerra
mi sono arresa,
felice di essere
arrivata in Cielo!

Maria Rosa Oneto

Tutti i diritti riservati all’autrice

Pubblicato anche sul portale culturale internazionale “Verso – spazio letterario indipendente”:

https://versospazioletterarioindipendente.wordpress.com/2020/04/03/tre-poesie-scelte-di-maria-rosa-oneto/?preview=true

La poetessa Maria Rosa Oneto