Il 4 aprile 1887 Giuseppe Borsalino avvia ad Alessandria, una cittadina del nord Italia, un piccolo laboratorio di cappelli destinato a entrare nella storia.

Nel 1888 Borsalino inaugura la nuova manifattura di corso Cento Cannoni, progettata da Arnaldo Gardella, oggi sede dell’Università di Alessandria e del Museo Borsalino.

1900 Borsalino riceve il Grand Prix all’Esposizione Universale di Parigi, un importante riconoscimento alla qualità dei suoi cappelli che diffonde la fama del marchio in tutto il mondo.

1920 Borsalino affida la comunicazione pubblicitaria ad alcuni dei più importanti artisti dell’epoca. Il legame col mondo dell’arte sarà una costante per il marchio di Alessandria, che durante il corso della sua storia collabora con Marcello Dudovich, Giorgio Muggiani, Gino Boccasile, Max Huber e Armando Testa.

1925 Viene inaugurata ad Alessandria la prima boutique Borsalino. 1930 Il cinema hollywoodiano adotta i cappelli Borsalino come oggetti di culto. Il legame con mondo del cinema è destinato a durare a lungo. Un fotogramma su tutti: Humphrey Bogart e Ingrid Bergman nell’indimenticabile scena finale di Casablanca. Oltre a Bogart e alla Bergman in Casablanca, indossano un Borsalino Jean-Paul Belmondo in Fino all’ultimo respiro (Jean-Luc Godard, 1960) e Marcello Mastroianni in 81⁄2 (Federico Fellini, 1963).

1950 Ai cappelli da uomo Borsalino affianca una collezione dedicata al mondo femminile.

1970 Borsalino è il primo marchio di lusso a concedere l’uso del proprio nome a una pellicola cinematografica di Jacques Deray con Alain Delon e Jean-Paul Belmondo. Il film è un successo planetario.

1975 Il logo dorato Borsalino compare per la prima volta sui fiocchi che chiudono le cinte dei cappelli.

1980 Alla collezione di cappelli in feltro Borsalino affianca Panama realizzati con la migliore paglia dell’Ecuador.

2009 Nella mostra ‘Serie fuori serie’, organizzata nel 2009 dal Triennale Design Museum di Milano, Borsalino viene celebrata fra le immortali icone del design italiano.

2011 Il Museo della Triennale di Milano ospita la mostra ‘Il cinema con il cappello. Borsalino e altre storie’.

2016 La regista indipendente Enrica Viola dedica a Borsalino e alla città di Alessandria un documentario, Borsalino City, che viene presentato ai festival cinematografici di Torino, Barcellona e Melbourne.

2017 160° Anniversario In occasione del 160° anniversario, il Ministero per lo Sviluppo Economico del Governo Italiano ha riconosciuto Borsalino tra le ‘Eccellenze del sistema produttivo’, dedicandole un francobollo del valore di € 0,95.