polizia

“Albanese accoltella connazionale, arrestato da una Volante della Polizia di Stato”

Alessandria: Il giorno 6 aprile u.s., personale della Squadra Volante della Questura di Alessandria  procedeva all’arresto di HILAJ Sokrat, nato in Albania il 25.12.1997, incensurato, residente in Alessandria, resosi responsabile dei reati di tentato omicidio,  resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello.-

Alle ore 16,10 circa, le pattuglie della Squadra Volante venivano inviate dalla locale Sala Operativa, in questo viale Milite Ignoto, in prossimità del supermercato Penny Market, per la segnalazione del ferimento di un giovane attinto da colpi di arma da taglio.

Giunti immediatamente sul posto, gli Agenti individuavano una Guardia Giurata che con difficoltà cercava di contenere la resistenza di HILAJ Sokrat.  Visto l’evidente stato di agitazione del soggetto, gli operatori  intervenivano per  immobilizzarlo attraverso l’utilizzo delle manette di sicurezza, tuttavia,  durante le fasi dell’ammanettamento, lo stesso tentava  a più riprese lo scontro fisico, cercando di spintonare entrambi gli operatori e sgomitando tentava di aprirsi un varco utile alla fuga che obbligava  gli Agenti all’ utilizzo del dispositivo “Oleoresin Capsicum” (Spray al peperoncino) in dotazione. Solo dopo, il soggetto veniva immobilizzato mediante le manette di sicurezza, con  l’impiego della sola forza necessaria a garantire l’incolumità degli operatori e del soggetto stesso.

Nel mentre giungeva sul posto personale del servizio di emergenza medica 118 che provvedeva al trasporto della persona ferita, un trentaseinne suo connazionale, residente in Alessandria, presso il locale Nosocomio. 

La successiva ed immediata attività di indagine permetteva di accertare che la lite tra i due cittadini albanesi era scaturita per futili motivi, al di fuori dell’attività commerciale, dove la vittima, accompagnato dalla sua compagna, si era recato per acquisti. Nel corso della lite, iniziata dapprima solo verbalmente proseguita con spintoni e con una colluttazione tra i due uomini,   HILAJ Sokrat  estraeva un coltello della lunghezza complessiva di circa 25 centimetri, custodito all’interno di un fondina in pelle occultata nella tasca interna dei pantaloni, colpendo il proprio antagonista all’altezza del torace. Attirati dalle urla e dagli schiamazzi dei presenti, si avvicinava un’ addetta alla Vigilanza del Supermercato e successivamente una Guardia Giurata, che stava percorrendo via Milite Ignoto in auto,  che subito si adoperavano per dividere i due uomini e disarmare l’aggressore allontanando l’arma al fine di evitare che lo stesso potesse riutilizzarla. A quel punto lo stesso si scagliava contro la Guardia Giurata allo scopo di sottrargli l’arma di ordinanza che portava al seguito proferendo frasi quali “DAMMI LA PISTOLA CHE LO AMMAZZO”, senza fortunatamente riuscire nel suo intento. Condotto presso gli Uffici della Questura per gli accertamenti del caso, lo stesso non mostrava alcun pentimento per quanto accaduto riferendo più volte che se non fosse intervenuta la guardia giurata avrebbe ultimato quanto aveva cominciato. 

Per quanto sopra, HILAJ Sokrat veniva tratto in arresto per i reati di cui agli artt. 56 e 575, 337,  c.p. di tentato omicidio,  resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello (art. 4 L.110/1975).

Dell’avvenuto arresto veniva immediatamente notiziato il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria, il quale disponeva la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria residenza. Nella mattina odierna l’A.G. convalidava l’arresto, confermando la misura egli arresti domiciliari.