Saranno gli agriturismi ad entrare nelle case con i menu a domicilio
Pasqua #iorestoacasa senza rinunciare
ai piatti della tradizione e del territorio
Con Campagna Amica, anche in tempo di coronavirus. Scegli il più vicino!

Quest’anno siano costretti a rinunciare alla tradizionale gita per il pranzo nelle strutture agrituristiche tra Pasqua e Pasquetta ma, grazie ai menu a domicilio proposti dalle aziende di Terranostra Campagna Amica, si potranno gustare squisiti piatti della tradizione anche in tempo di #iorestoacasa.

Collegandosi al sito https://alessandria.coldiretti.it, o alle pagine social di Coldiretti Alessandria, è possibile scegliere la struttura più vicina alla propria abitazione; stesse istruzioni per ordinare la spesa a domicilio direttamente alle aziende o, per la città di Alessandria e sobborghi, tenendo come riferimento il mercato coperto di Campagna Amica di via Guasco.

Questa sarà una Pasqua blindata ma con scorte alimentari in 4 case su 10, dettate dal timore di trovare scaffali vuoti a causa della pandemia.
Nonostante l’emergenza Coronavirus e gli inviti a restare a casa quasi 1 italiano su 3 (30%) non resiste nemmeno 72 ore prima di dover uscire per fare la spesa in negozi, supermercati e alimentari. Il risultato è che nelle dispense sono stati accumulati soprattutto nell’ordine, pasta, riso e cereali (26%), poi latte, formaggi, frutta e verdura (17%), quindi prodotti in scatola (15%), carne e pesce (14%), salumi e insaccati (7%) e vino e birra (5%).

“Un comportamento pericoloso – affermano il Presidente e il Direttore Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo – per la salute, per l’attesa nelle lunghe file, ma che favorisce le speculazioni dal campo alla tavola e anche gli sprechi di cibo in un momento delicato per le forniture alimentari del Paese. L’aumento esponenziale della domanda ha mandato in tilt il sistema di consegne a domicilio della grande distribuzione con un allungamento dei tempi e difficoltà per i cittadini con maggiori problemi ad uscire da casa. Un’esigenza che è stata colta dalle aziende agricole che hanno avviato appositamente la fornitura dei prodotti agricoli direttamente alle famiglie, senza intermediazioni. Il nostro obiettivo è garantire, soprattutto alle fasce più deboli della popolazione, a partire dagli anziani e dai malati, la spesa alimentare direttamente dai contadini con prodotti freschi e di qualità”.

“Rimaniamo e rimanete a casa, ad emergenza finita aspetteremo tutti nei nostri agriturismi ma, per ora, saranno gli agriturismi ad entrare nelle case degli alessandrini con i loro prodotti d’eccellenza – ha affermato Stefania Grandinetti, presidente provinciale Terranostra Campagna Amica –. Noi continuiamo a lavorare nelle nostre cucine in cui custodiamo meravigliose e gustose ricette della tradizione contadina perché la campagna non si può fermare. La nostra contraddistinta ospitalità contadina la preserviamo per tempi migliori, adesso conta fare tutti quanti assieme un grosso sacrificio, restiamo a casa! Ci pensiamo noi a portarvi direttamente dall’antipasto al dolce, tutto a domicilio”.

L’agriturismo è tra le attività agricole più duramente colpite dall’emergenza Coronavirus e Coldiretti è impegnata nel realizzare un piano di intervento che prevede, tra l’altro, la richiesta di un sostegno economico legato alle mancate presenze effettive sia come alloggio che come ristorazione, a fronte dell’annullamento di tutte le prenotazioni.