donna osservazioni mentali89

Cadenze della vita in cui avvenimenti sgradevoli si susseguono l’uno all’altro, trovandoci psicologicamente impreparati a far fronte a un’emergenza di questo tipo.

All’inizio ci si fa scudo delle energie interiori per superare la prima trance di negatività…ma continue opportunità oscure appaiono all’orizzonte senza lasciarci un attimo di respiro. E’ allora che quella parte fragile di noi, che cerchiamo sempre di tenere a bada, esce con una forza inaudita, lanciando, a più non posso allarmanti sensazioni  sgradevolissime.

E’ assai difficile mantenere il controllo, e proseguire il cammino di sempre, cercando di non accusare pungenti strali, che feriscono, e hanno il potere di toglierci la lucidità fissando le linee del pensiero su quegli accidenti a ripetizione che ci bersagliano, minacciando il nostro iter.

In quei momenti è necessario ricorrere all’arma segreta che possediamo tutti, ma che spesso ignoriamo, nominata con l’attributo di “calma”. Infatti è l’unica alleata in grado di farci ragionare e allestire, serenamente, un piano d’azione per superare, una alla volta, quelle contrarietà che oscurano le nostre giornate  ci rendono intrattabili col contorno.

Infine quando la tempesta si  è placata, e quel periodo si installa nel letargo della nostra mente, riprendiamo a vivere con le nostre performance di sempre catturando anche ogni live sfumatura d’esistenza, per non lasciarcela sfuggire….

@Silvia De Angelis