coronavirus2_interno_0-2 copia 3

Coronavirus: Potrebbero esserci oltre 9 milioni di positivi in Italia?

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Dai dati del bollettino Nazionale della Protezione Civile del 11 aprile 2020 si evince che ci sono 152.271 casi totali di positivi al coronavirus.

Considerando che ad oggi in Italia sono stati effettuati circa 1 milione di tamponi, si può calcolare che se venissero effettuati a tutti gli italiani che sono poco più di 60 milioni di abitanti, potremmo scoprire che nel nostro paese potrebbero esserci oltre 9 milioni di casi positivi.

Questo dato non è ovviamente frutto di un indagine scientifica che non ci compete ma semplicemente il risultato di una proiezione dei dati attuali visto che con 1.000.000 di tamponi sono stati trovati 152.271 casi positivi. (ovviamente per questa proiezione partiamo dal presupposto che sia stato effettuato un tampone per ogni persona).

Quindi moltiplicando 152.271 per 62 si ottiene una possibile previsione di 9.440.000 possibili casi positivi.

Questa proiezione matematica e confermata anche dal fatto che ogni giorno a seguito dei tamponi si registrano sempre nuovi positivi, occorre ricordare che da tempo studi internazionali ma anche affermazioni di virologi italiani sostengono la possibilità che in Italia ci siano milioni di persone positive e quindi ancora potenzialmente contagiose per gli altri, ma anche moltissime persone che hanno contratto il virus vinto dal loro organismo che oggi presenta degli anticorpi.

In tal senso nelle recenti conferenze stampa della Protezione Civile si è anche ipotizzata la possibilità di effettuare test sierologici su un campione di 200.000 persone in collaborazione con le regioni, con il duplice obiettivo di concedere a chi presenta gli anticorpi una patente di immunità, anche se non si sa ancora per quanto tempo potrebbe funzionare, oltre al fatto che questo test sarebbe uno dei parametri che unitamente ad altri verrebbe preso in considerazione per decidere tempi e modi della ripartenza sociale e produttiva.

Nel contempo va sottolineato un aspetto confortante dovuto al fatto che nonostante la continua rilevazione giornaliera di nuovi positivi, da 5 giorni il numero dei ricoverati è in calo, cosi come da 9 giorni calano i pazienti in terapia intensiva che sono passati dai 4.068 del 3 aprile ai 3.343 del 12 aprile, unico dato che purtroppo rimane in controtendenza riguarda i decessi che da tempo mantengono una media di circa 600 al giorno, anche se ieri 12 aprile è sceso a 431.

Le misure restrittive prese dal Governo hanno dimostrato di funzionare, sta a noi metterle in pratica scrupolosamente ricordando che al momento il distanziamento sociale e l’uso della mascherina sono le sole armi che abbiamo per combattere contro il coronavirus.