92561788_4381100665248716_1651511179824070656_n

D’après Baudelaire, di Giuseppe Pippo Guaragna

D’après Baudelaire

Tu,

nel fiore degli anni

della spensierata gaiezza,
che attraversi il giorno
come non dovesse
mai venir sera,
e poi diventar notte,
che ne sai tu
d’un cuore gualcito
come di carta pesta.

Conosci forse già

le malefiche 

febbri dell’anima?

Conosci la paura e l’odio 

del diventar vecchi?

L’angoscia, forse,

di guardarti al mattino 

le rughe che trasformano,

giorno dopo giorno

il tuo volto?

Te l’han già detto

che è il tempo,

l’unico signore

delle nostre vite?

L’eterno tempo 

che impetuoso scorre,

torrente di montagna,

verso quel mare

ai confini del nulla

dove troveremo oblio?

Vivila dunque la vita,

cerca l’amore puro

di una donna,

gioisci del sorriso 

di un bambino,

lasciati andare al vento.

GPG