Momenti di poesia. Ho creduto fosse amore, di Stefania Pellegrini

Genova, una città, un nome,

una parentesi sofferta

un punto forzato tra i miei pensieri.

Dove sei? Ho creduto fosse amore.

Si confonde il ricordo,

come note gracchianti

d’un vecchio grammofono.

La tua voce, la tua pelle, il tuo odore..

dispersi tra le rapide della follia,

la follia di un’illusione.

Vibrava il respiro

come canto d’ arpe nell’aria.

Tenerezza e desiderio lo sanno

quando abitavano il nido in armonia.

..Poi quelle parole….

Parole crude quando negare

è abitudine.

Parole dure come pietre

a lapidare la nostra intesa.

Non riaprirò ferite nel cuore,

ma dove sei? Ho creduto fosse amore.

Stefania Pellegrini ©