coronavirus2_interno_0-2 copia 3

Coronavirus. Giovanni Barosini: riflessioni su questa delicatissima e drammatica fase

In qualità di Presidente provinciale delle associazioni delle “persone con #disabilità” la FAND, (Federazione Nazionale), mi permetto di esporre alcuni semplici aspetti e riflessioni su questa delicatissima e drammatica fase, che ambiscono a fornire un umile contributo, soprattutto di #prospettiva.

Perché personalmente lotto e lavoro incessantemente per l’oggi, con tutte le energie che ho in corpo, ma col pensiero e la ‘visione’ sempre rivolta al #domani.

1) Abbiamo e continuiamo, nella nostra Comunità, ad avere dei morti, distinguendoci per le anomalie statistiche che pur qualche scientifica motivazione avranno.

Dobbiamo assolutamente sapere e quanto prima conoscere in profondità, è un allarmante diritto, sacrosanto.

Questa la prima #pretesa dal mondo tecnico-scientifico.

2) Rsa, Case di Riposo o (tristemente) ospizi: 

personalmente ritengo sarebbe utile una sorta di Commissione provinciale e/o comunale per approfondimenti con un rappresentante della Prefettura e assessore regionale per monitoraggio trasparente della situazione, con dati ed analisi alla mano.

3) Aspetto socio-#economico:

il mondo é cambiato, almeno parzialmente ed il Comune dovrá essere protagonista a raccogliere le urgentissime multiple istanze delle varie categorie e favorire in ogni modo gli imprenditori, artigiani e commercianti.

Ma anche le istanza di chi non possiede (evitiamo ogni ipocrisia!) nulla di certo, formale, tangibile.

4) La Politica non deve essere ‘passiva’ rispetto alle indicazioni della scienza, bensí saper essere il giusto equilibratore tra “salute e mercato”, proprio qui sta la capacità particolare del ruolo politico, a tutti i livelli, in questa fase straordinaria.

Altro aspetto che tengo a sottolineare .

In questa fase é aberrante polemizzare, è fondamentale la #coesione, la partecipazione, il senso di comunità; però una domanda mi logora continuamente: 

ma un ‘piano pandemia’ nazionale esisteva o no ? Perché pur con 2 mesi di tempo non si è elaborato?

E l’Europa, che finalmente tutti ormai (o quasi) riconoscono, che ruolo di regia strategico-economico-sanitaria ha sin qui svolto ? ?

O sta svolgendo ??

Aspettiamo con speranza queste risposte, ma facciamolo attivamente non immobili.

Infine due pensieri: 

il primo alle tante persone con #disabilità che stanno soffrendo maggiormente questa ‘solitudine’.

Ma nel mio piccolo mi adopero e sono a totale e costante disposizione (3384692651).

L’altro mio personale ringraziamento va ai tanti lavoratori del gruppo Amag (in particolare #Ambiente, maestranze e dirigenza) che stanno dando il massimo per questa Città, troppo spesso ‘maltrattata’ da tanti di noi.

Cogliamo l’occasione per farla rinascere e tenerla #pulita come, per ovvie cause di forza maggiore, lo è in gran parte questi giorni!