Sapore dolce

di pesco ancora in fiore,

sapore di tenerezze

lasciate sulla panchina

ad aspettare il miele.

Sapore nella mente

profumo dentro il cuore

e alito nel vento

sapere di sognare

con l’occhio sveglio

verso un tramonto

che si crede aurora.

Sapore dolce

come fiore

agro di limone

amaro di nostalgia

fuori forse piove

o è il sole

che lacrima di luce.

Sapore e basta

e si rimane

ad aspettare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: © Kasia Derwinska