Il destino è un vinile,
scorso dalla puntina
di un tempo umbratile,
tra graffi, polvere
e giorni assonanti,
nella fonìa
di pensieri assordanti,
nella follia di
solchi traccianti,
nella malìa
di suoni distanti.
Gira il destino
attorno al senso
fino a spegnersi
a cospetto
del silenzio;
d’illimitata oltranza.

© 2 + 0 = 2 – 0 / lemiecosepuntonet

Vinilizzatevi su lemiecosepuntonet